Restyling Dall’Ara: sinergia tra Bfc e Comune per le risorse, previsti 16 mesi lontano da Bologna

Restyling Dall’Ara: sinergia tra Bfc e Comune per le risorse, previsti 16 mesi lontano da Bologna

Durante i lavori il Bologna giocherà in un altro stadio, probabile la soluzione Ferrara.

A pochi giorni dal ballottaggio per l’elezione del nuovo sindaco di Bologna uno dei temi caldi della campagna elettorale è il restyiling del Dall’Ara, argomento solitamente poco trattato dagli esponenti politici della città. Indipendentemente da chi sarà il nuovo sindaco, come riporta Il Corriere di Bologna, la società rossoblu dovrà trovare un accordo con il comune in modo da ottenere un sostegno economico per realizzare il progetto stadio. La spesa totale è stimata intorno ai 50-60 milioni, 40 dei quali li investirà Saputo mentre i restanti 20 si auspica saranno versati dal comune di Bologna. La sinergia tra il club e il nuovo sindaco prevede infatti un cambio di destinazione d’uso del terreno dello stadio, da agricolo a commerciale, che sarà concesso dal comune in modo tale che Saputo possa ottenere una plusvalenza consistente, come già fatto dalla Juve per la costruzione dello Juventus Stadium. All’interno del nuovo Dall’Ara verranno poi venduti vari spazi commerciali con cui si punta a realizzare introiti e portare sempre più tifosi a vedere la partita offrendo un’esperienza totalmente moderna. Lo stadio nei prossimi anni dovrà diventare un’importante fonte di ricavi per la società che così avrà la possibilità di investire una maggiore quantità di denaro sul mercato per migliorare la rosa e le prestazioni in campo.

Per realizzare il progetto servirà innanzitutto l’aiuto economico del Comune ma anche la pazienza dei tifosi, il Bologna infatti durante i lavori giocherà su un altro campo: le opzioni più accreditate per ora sono Ferrara, la più probabile, Parma e Modena. I supporter rossoblu dovranno quindi sacrificarsi a seguire la squadra lontano dal Dall’Ara durante i 16 mesi previsti per la conclusione dei lavori, poi potranno godersi il nuovo stadio. Se i lavori partiranno nell’estate 2018, il Bologna avrà la sua nuova casa già pronta per la stagione 2019/2020.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy