Promozione Carpi, quando la realtà supera il sogno

Promozione Carpi, quando la realtà supera il sogno

di Marta Daveti

Ieri sera è stata, per Carpi, una di quelle notti che fino a pochi mesi fa si poteva vivere solo grazie alla fantasia, una di quelle serate in cui la realtà supera il sogno perché il sogno svanisce in fretta mentre la meravigliosa avventura in A del Carpi è appena cominciata. Che se poi si guarda bene indietro, la favola degli emiliani, club con 106 anni di storia, è iniziata sei anni fa, quando è partito il periodo d’oro che ha portato i rossoblù alla conquista della promozione odierna. 

Oggi la favola non è finita, anzi. Siamo al punto della storia in cui il protagonista coraggioso e forte è riuscito, grazie al suo impegno e alla sua determinazione a raggiungere la vetta del monte più alto e a cui ora aspetta la parte più emozionante dell’ avventura: ammirare e godersi il panorama. Ora il Carpi è appena arrivato in cima, dopo una scalata storica, in cui, seppur con pochi mezzi economici a disposizione, è riuscito ad avere la meglio sui nemici grazie ad una sorprendente voglia di arrivare, ad una grande preparazione atletica e ad una spensieratezza propria di chi sa di non aver niente da perdere ma solo tanto da guadagnare. 

Adesso si festeggia, si scaricano le tensioni accumulate, si realizza bene la missione appena compiuta e ci si prepara a quella che sarà la permanenza in cima alla vetta. Da lassù si possono ammirare i panorami più belli, si può scrutare la linea dell’infinito, si riescono a toccare le nuvole, si vedono tutte le sfumature del cielo e si possono notare i colori della terra cambiare con il passare dei giorni. Naturalmente tutto ha un prezzo. E il prezzo, per poter assaporare al meglio tutto quello che la cima ti offre, è costituito dalle condizioni climatiche che, più si è in alto, più si fanno avverse.  Forti raffiche di vento freddo, pioggia battente, neve e ghiaccio potrebbero rendere davvero dura la permanenza in quota. Ci sono varie possibilità per riuscire a combattere contro questi avversari: se si ha molto denaro si possono comprare le coperte più pesanti, ci si può rifugiare dentro grotte coperte, una posizione sicura ma sicuramente meno emozionante, oppure si possono abbracciare i propri compagni di avventura per superare insieme le avversità. 

Il Carpi ha sempre scelto quest’ultima soluzione, efficace e capace di regalargli enormi soddisfazioni. Ora la squadra si prepara a vivere la sua serie A, ad andare in giro per gli stadi più belli d’Italia e ad ospitare in casa in propria i campioni più forti, le difficoltà non mancheranno ma saranno affrontate con la spensieratezza e la determinazione che ai rossoblù, da sei anni a questa parte, non sono mai mancate. 

Che il lettore si prepari, stanno per essere scritte le pagine più belle della storia Carpi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy