Mercoledì nero per il Bologna. Intanto Carpi e Frosinone sgambettano le grandi.

Mercoledì nero per il Bologna. Intanto Carpi e Frosinone sgambettano le grandi.

di Patrick Olivotti
Il primo turno infrasettimanale di questo campionato 2015-2016 ha portato con sé molte sorprese, e risultati alquanto inattesi specialmente per le squadre sulla carta implicate assieme al Bologna nella lotta salvezza. La sorpresa di giornata l’ha sicuramente regalata il Frosinone di Stellone, che allo scadere è riuscito a pareggiare e a portare a casa il primo storico punto in serie A della sua storia, proprio in casa della squadra campione d’Italia negli ultimi quattro anni. La firma su questo primo punto dei ciociari l’ha messa il difensore Leonardo Blanchard sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Anche il Carpi, l’altra rivale diretta per la salvezza, è riuscita a portare a casa un importante punto contro il Napoli di Sarri. Un catenaccio di altri tempi quello impostato da Castori, che però ha portato i suoi frutti riuscendo ad arginare egregiamente Insigne e compagni, che nelle ultime due partite avevano rifilato due pokerissimi a Lazio e Bruges.
Il Chievo ha confermato l’ottimo inizio di campionato, superando il Toro per 1-0, raggiungendo proprio i granata e la Samp a quota 10. La squadra di Maran si è dimostrata quadrata e solida, come dimostrano le sole tre reti subite finora.
Il Genoa invece torna a casa dall’Olimpico con una sconfitta e rimane bloccata a quota 3 punti in campionato. Parziale alibi può essere dato dal fatto che il calendario non è stato clemente con la squadra di Gasperini, che si è trovata ad affrontare in 10 giorni Fiorentina, Juventus e Lazio e che alla prossima riceverà il Milan al Ferraris.
Fondamentale quindi per il Bologna iniziare a fare punti già dalla prossima giornata, anche alla luce anche degli impegni non facili delle rivali per la salvezza. Potrebbe essere un ottima occasione per allungare in classifica. Al Dall’Ara si presenterà l’Udinese reduce da quattro sconfitte consecutive e appaiata con i rossoblù a quota 3 punti. Alla sfida probabilmente arriva meglio, dal punto di vista del gioco e del morale, l’Udinese. I friulani, nonostante la sconfitta interna con il Milan, hanno saputo reagire rimontando due reti ai rossoneri ed andando vicino al pareggio. Attesi alcuni ritocchi da parte di Delio Rossi all’undici iniziale: Rossettini ha faticato molto ieri sera a Firenze, e quindi non è da escludere l’impiego di Gastaldello dal primo minuto al suo posto; così come è molto probabile la presenza nell’undici iniziale anche di Ciccio Brienza, partito invece dalla panchina ieri sera.
ll Carpi sarà ospite della Roma, che, reduce dalla bruciante sconfitta di Genova, ha assolutamente bisogno di fare tre punti per non allontanarsi troppo dal treno scudetto. Difficile quindi ipotizzare che gli emiliani possano far punti all’Olimpico, anche se nel calcio tutto può succedere. Frosinone ed Empoli invece si sfideranno per quello che, per i ciociari, è già il secondo scontro diretto della stagione dopo quello perso al Dall’Ara. Il Genoa ospiterà il Milan, e oltre ai problemi di panchina corta dovrà fare anche a meno di Pandev e Cissokho, entrambi espulsi ieri sera contro la Lazio. Il Verona, reduce dalla sconfitta contro l’Inter e ancora a caccia della prima vittoria stagionale, riceverà la Lazio e dovrà fare a meno di Toni e Rafa Marquez, fuori rispettivamente per due e un mese. Il Chievo infine affronterà il Sassuolo, per quella che in questo momento è una sfida al vertice, di cui è difficile poter prevedere l’esito.
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy