Masina e Ferrari, due promesse rossoblù

Masina e Ferrari, due promesse rossoblù

Alex Ferrari e Adam Masina, entrambi emersi dal vivaio rossoblù, stanno lottando con tutte le energie per conquistarsi la loro fetta di gloria nel calcio che conta.

di Amos Segal

Un bellissimo film del 1981, “Momenti di gloria”, racconta le vicende (storiche) di due atleti inglesi che partecipano alle Olimpiadi parigine del 1924, tornando in patria come veri eroi.

Oggi, a più di novant’anni da quelle memorabili imprese, sono due calciatori del vivaio felsineo a far rivivere quelle spettacolari emozioni che solo lo sport più puro sa regalare, sia a chi compie l’impresa, sia a chi la vive sulla sua pelle come sostenitore. Gli atleti britannici Harold Abrahams ed Eric Liddell sono oggi gli azzurrini Alex Ferrari e Adam Masina.

Ieri mattina il commissario tecnico Luigi Di Biagio li ha schierati per un tempo nella partita giocata a Chiavari e vinta per 5-2 contro la rappresentativa Under 21 della serie B: per Ferrari, che ha esordito schierato come terzino destro, è stata un’emozione speciale, alla quale ci auguriamo ne seguano altre, condite da soddisfazioni sempre più grandi. Masina gli ha fatto compagnia dalla parte opposta, collezionando così il suo secondo gettone azzurro.

Di Biagio ha le idee chiare in proposito, da grande calciatore quale è stato, sa benissimo che i ragazzini stanno dando il 100% per potersi candidare agli Europei del 2017. Nulla inizia già sul costruito, bisogna prima elaborare il progetto e poi cominciarlo gettando le fondamenta, Masina e Ferrari sono consci che così stanno facendo, seguendo le direttive di un allenatore come Donadoni con un passato da grande calciatore nelle fila del Milan con Sacchi e Capello: i baby-gioielli stanno attingendo ad un enorme pozzo calcistico, ricco di risorse ed esperienze, che trasmetterà a loro tutto quello che c’è da sapere su come si imposta la partita.

Come nella corsa l’atleta passa la staffetta all’altro, così Donadoni sta facendo con i due azzurrini-rossoblù, due generazioni a confronto, come nella migliore tradizione calcistica e sportiva. Non mancheranno gli ostacoli ed una grande qualità è quella di non abbattersi: è vero che Ferrari, nella partita contro il Frosinone, s’è mangiato un gol già fatto, ma non per questo s’è arreso. Masina, invece, ha un ruolino di marcia più costante, con 2 gol e 3 assist.

Le due giovani promesse, orgoglio e vanto del Bologna, stanno solcando il grande oceano della carriera, all’alba di quella che potrà diventare, passo dopo passo, una magnifica carriera: oggi la Serie A e la Nazionale Under 21, domani onori ed allori ancora più prestigiosi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy