Lo sciopero della curva rossoblù

Lo sciopero della curva rossoblù

Un quarto d’ora di contestazione verso una squadra che si accontenta della mediocrità

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ad assistere al derby col Sassuolo erano in 16.271, secondo i dati ufficiali, ma a guardar bene si è forse toccato il record negativo dai tempi della B. Colpa del diluvio, certo, ma le recenti prestazioni sfoderate dai rossoblù non hanno di certo aiutato.

A inizio ripresa persino la curva Andrea Costa, che già a primo tempo presentava ampi vuoti, si è svuotata ulteriormente: quindici minuti di sciopero quasi improvvisato, come fosse un gesto simbolico di alcuni gruppi contro la prestazione, prima di rientrare e di provare ad incitare la squadra al 60’. Tutto questo dopo un primo tempo di fischi ed inviti ai giocatori a tirar fuori gli attributi. Situazione ancora più complicata nella ripresa, con i giocatori sommersi dai fischi ad ogni giocata sbagliata. Rivolta civile ma decisa, proprio sotto gli occhi di Saputo.

dal Corriere di Bologna

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy