Lecce 2003/2004, quando Delio Rossi iniziò con sei sconfitte nelle prime sette giornate

Lecce 2003/2004, quando Delio Rossi iniziò con sei sconfitte nelle prime sette giornate

Preoccupati per le 3 sconfitte consecutive? Forse vi potete tranquillizzare. Il Corriere dello Sport Stadio questa mattina riporta un precedente risalente a più di dieci anni fa, quando Delio Rossi, sulla panchina del Lecce, iniziò il campionato in situazione ben peggiori di quella che sta vivendo ora a Bologna. Girone di andata disastroso, ritorno trionfale e decimo posto in classifica. Questa la disamina generale, per quanto ci riguarda, siamo invece andati a vedere nel dettaglio come andarono le cose in Salento ad inizio campionato. Bene, furono addirittura sei le sconfitte dei giallorossi nelle prime sette giornate. L’inizio di Delio, guarda caso le coincidenze, fu proprio a Roma contro la Lazio. 4-1 netto con tre reti nei primi 36 minuti di gioco. Il tecnico riminese riuscì a vincere la seconda in casa contro un Ancona che poi retrocesse malamente in Serie B. Da lì, altre 5 sconfitte filate contro Chievo, Milan, Brescia (in casa, altro 1-4), Modena e Siena. Il Lecce chiuse a quota 12 punti l’andata, a meno cinque dalla zona salvezza in cui stazionava il Modena. Anche il Bologna passò al Via del Mare, l’11 gennaio grazie alle reti di Pecchia e Tare. Fu il girone di ritorno la vera cavalcata dei salentini, da notare come a quel tempo le squadre retrocesse da regolamento erano 4, con un campionato a 18 squadre e non a 20. Per la banda di Delio, che comprendeva Vucinic, Bojinov, Chevanton e tanti altri, arrivarono 15 punti in sette partite, poi una lieve flessione a metà girone di ritorno, ma un finale da capogiro. 13 punti nelle ultime 5 giornate, uno sprint degno da scudetto, infatti i salentini sconfissero formazioni di rango come Udinese, Juventus (3-4 a Torino con tripletta di Konan) e Inter. Il Bologna? Venne affrontato al Dall’Ara alla penultima giornata, i ragazzi di Delio pareggiarono al 95′ con Chevanton, autore, in quel campionato, di 19 reti. La conclusione della storia è un decimo posto in classifica con 41 punti, nove in più delle retrocesse.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy