Donadoni riabbraccia Diawara, anche Brienza e Rizzo vicini al rientro

Donadoni riabbraccia Diawara, anche Brienza e Rizzo vicini al rientro

Per la partita di domenica contro i biancocelesti, Donadoni potrà contare sui rientri di Mounier e Diawara, che hanno scontato la squalifica, oltre ai recuperi di Brienza, Maietta e Rizzo.

di Amos Segal

Oggi è la giornata delle decisioni tattiche in casa Bologna, domenica arriva la Lazio dell’ex Pioli e Donadoni conosce bene il valore del collega parmense, reduce da una splendida vittoria esterna a Firenze. Anche la piazza emiliana ricorda, non senza affetto, le due splendide annate coronate da grandi salvezze con partite a viso aperto giocate da grandi campioni (Di Vaio, Gilardino, Diamanti ed altri ancora).

In attesa che il calcio-mercato di gennaio riveli altre mosse, oltre ai già arrivati Floccari e Zuniga, si discute anche del ritorno di Gaston Ramirez dall’Inghilterra, mentre per la partita domenicale c’è il rientro in campo di una promessa che sta facendo di tutto per brillare di luce propria nel campionato italiano: Amadou Diawara.

Scontata la squalifica rimediata contro il Milan, il guineiano torna a calcare il campo da gioco per continuare ad incantare le platee italiane ed internazionali, mentre l’allenatore bergamasco dovrà decidere sul tipo di modulo che dovrà adottare per fermare i biancocelesti. Con i nuovi acquisti la squadra potrà iniziare un secondo campionato, con toni più alti rispetto al girone d’andata: è bene ricordare che Donadoni è subentrato a Delio Rossi verso fine ottobre, con una situazione pessima sia a livello di classifica, sia sul piano del gioco; con questi innesti è lecito aspettarsi un vero e proprio recupero su tutti i fronti, anche grazie alle superbe prestazioni inanellate contro l’Atalanta, il Verona, il Napoli, il Genoa ed il Milan.

Oltre al rientro del baby-gioiello Diawara, domenica sarà nuovamente disponibile anche Anthony Mounier, anch’egli squalificato dopo la gara contro i rossoneri meneghini vinta a “San Siro” grazie ad un lampo di Giaccherini: il francese garantisce rifornimenti al reparto d’attacco, tenendo sempre alta la palla in fase offensiva.

In più ci sono gli infortunati che stanno recuperando, un nome su tutti è quello di Franco Brienza: il centrocampista-attaccante nativo del comasco da ormai 12 anni nella Serie A (esordì con il Perugia l’8 febbraio 2004) s’è rivelato una pedina fondamentale nella scacchiera di Roberto Donadoni con le sue doti da veterano e da settimana prossima potrebbe rientrare in gruppo.

Insieme a Brienza si spera nel ritorno dell’esterno di centrocampo genovese Luca Rizzo, lanciato dalla Sampdoria e finito nel giro della Nazionale Under 21.

In difesa c’è la solidità costituita da Daniele Gastaldello, capitano della squadra, accompagnata dalla classe del talento coltivato in casa Bologna Adam Masina e dal rilancio di Luca Rossettini, proveniente dall’annata no del Cagliari (retrocesso la scorsa stagione). Aggiungiamo a questi ingredienti anche la crescita del greco Marios Oikonomou (sulle tracce di un altro grande difensore esploso proprio in rossoblù e cioè il connazionale Vangelis Moras) e le prodezze di Antonio Mirante, alla sua prima stagione nel capoluogo emiliano, ma le cui gesta prodigiose tra i pali l’hanno fatto entrare di diritto nel cuore della tifoseria. Quindi, le carte vincenti ci sono tutti ed il mister di Cisano Bergamasco vorrà sicuramente giocarsele per continuare ad aggiudicarsi piatti sempre più ricchi contro avversari sempre più scomodi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy