Karim Laribi, il bomber che non ti aspetti

Karim Laribi, il bomber che non ti aspetti

Sette gol, otto assist, e tanti punti portati in dote al Bologna. Questo è il ruolino di marcia di Karim Laribi, sempre più uomo-squadra. E’ cresciuto il talento italo-tunisino di scuola Inter e di proprietà del Sassuolo: ha già migliorato il suo personale record di gol realizzati. E’ un trequartista tuttofare, una mina vagante che per ora si è dimostrata decisiva. Finora è stato lo stakanovista della squadra: è rimasto in campo 2275 minuti. E’ il migliore assist-man (8 assist), ed è il secondo miglior realizzatore dopo Cacia (8 gol). La sua migliore stagione, dal punto di vista delle realizzazioni, risale al primo anno da professionista, a Foggia in Lega Pro nel 2010-11: quell’anno si fermò a quota 4 gol. A Bologna in pochi si aspettavano uno score simile. Quando segna è decisivo: Bologna – Cittadella 1-0: gol suo. Nella partita vinta 2-1 con il Trapani realizza un gol e provoca un autogol. Bologna – Bari 2-0: doppietta. Bologna – Pro Vercelli 3-0: un gol più due assist. Infine Crotone – Bologna 0-2: doppietta.  

Laribi è un trequartista polivalente, bravo sia nello stretto sia negli spazi ampi. Intorno a lui ruotano il maggior numero delle azioni, sfruttando soprattutto le sue qualità senza palla. In passato ha ricoperto altri ruoli: si è adattato a fare il terzino (nelle giovanili dell’Inter), ha fatto la mezzala nel centrocampo a tre, nel primo Bologna di Lopez, ed ora ha trovato il suo habitat naturale sulla trequarti.

Il Bologna farebbe bene a non lasciarselo scappare. Dopo giugno c’è un’opzione di riscatto da parte del Bologna fissata a 1,2 milioni, ma anche una di contro-riscatto del Sassuolo che può riportarlo a casa a 1,7 Milioni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy