Inzaghi e i problemi in fase realizzativa: attenzione ai calci piazzati

Inzaghi e i problemi in fase realizzativa: attenzione ai calci piazzati

Il tecnico lavora sui calci da fermo

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Per Pippo Inzaghi è giunto il momento, sfruttando la sosta, di migliorare i meccanismi offensivi: potrà farlo con tutti gli effettivi a disposizione.

In attesa dell’imminente ritorno di Palacio, Inzaghi avrà la possibilità di lavorare con i vari Santander, Falcinelli, Destro e Okwonkwo, tutti rimasti a Casteldebole durante la sosta. Ma oltre a quelli che saranno movimenti e schemi offensivi, c’è un altro aspetto che l’allenatore curerà in maniera maniacale: i calci piazzati. A Venezia sono stati l’arma in più, di 56 gol realizzati a fine campionato ben 22 sono arrivati da calcio da fermo. Si tratta del 39%. E allora ecco le sedute specifiche sulle palle inattive, sfruttando anche la stazza e l’altezza dei difensori, partendo da Danilo, passando da De Maio e Helander e per finire con Mbaye. La capacità balistica di calciare la palla nella zona precisa di campo in cui sfruttare lo schema sarà data invece da Erick Pulgar, il battitore designato. Ma sia lui che Helander sono stati convocati in nazionale e dunque per Inzaghi qualche problema in più ci sarà.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy