Gigi Maifredi: “Bologna piazza speciale. C’è troppa tensione nei ragazzi”

Gigi Maifredi: “Bologna piazza speciale. C’è troppa tensione nei ragazzi”

L’ex Maifredi da qualche consiglio alla squadra: “Scrollatevi di dosso le ansie. Destro? non è bravo, è bravissimo”

Il grande ex rossoblù Maifredi domenica era al Dall’Ara. Il Resto del Carlino lo ha intervistato a proposito del momento poco propizio che sta vivendo la squadra.

“Succede quando la paura di perdere prevale sulla voglia di vincere. Ricordo che anche il mio Bologna, al primo anno di A (stagione ’88-89, ndr), di partite così ne giocò più di una. E infatti ci salvammo a tre giornate dalla fine col gol di Alessio al Pescara”.
Oggi c’è il rischio che questo Bologna non si salvi’: “E’ rischio che può correre solo se si fa prendere dalla paura”.
Sulla gara contro l’Empoli: “Hanno regalato un tempo all’Empoli, questo sì. Ma poi, quando si sono scrollati di dosso le ansie, hanno fatto vedere buone cose. Per me questa questa squadra non è male, specie in rapporto al valore complessivo della serie A di oggi, che è calato parecchio”.
 Sulla società: “Questo Bologna ha dirigenti e tecnici esemplari, ma se potessi dare un consiglio a Saputo gli direi: individui una figura che possa spiegare a questi ragazzi che vestire la maglia del Bologna è un privilegio, e non una penitenza, e che questa è davvero una piazza speciale“.

A Destro dice: “Io Destro lo considero non bravo, ma bravissimo: domenica ha messo un pallone in mezzo all’area ‘no look’ che possono mettere solo i grandi giocatori. Ora la palla non gli entra, ma prima o poi tornerà a segnare.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy