Giaccherini: “Abbiamo regalato il primo tempo”

Giaccherini: “Abbiamo regalato il primo tempo”

“Dobbiamo giocare sereni” afferma l’esterno

Fresco di convocazione in Nazionale, Emanuele Giaccherini non è riuscito a impedire che il suo Bologna soccombesse in casa dell’Atalanta. Una prestazione opaca quella dei rossoblù, che stanno attraversando una fase di calo: “Ci mancano cattiveria e determinazione, non solo sotto porta ma in tutte le zone del campo. Abbiamo perso molti contrasti e seconde palle, oltre ad aver regalato il primo tempo”. La motivazione di questo calo è semplice: “Ricordiamoci che eravamo ultimi: abbiamo fatto una grande cavalcata, spendendo energie mentali e fisiche. Ora la posizione di classifica è buona, e inconsciamente può venire meno la voglia di vincere. Nelle ultime settimane – afferma – abbiamo fatto pochi punti, ma sappiate che siamo i primi a incazzarci quando perdiamo”. Uscirne, secondo Giaccherini, è comunque altrettanto facile: “Prima dobbiamo farci un esame di coscienza, per renderci conto che la classifica è tranquilla: questo ci aiuterà a scendere in campo con entusiasmo e serenità, ed è più facile giocare così. Se ci accontentiamo – avverte – buttiamo via quanto fatto di buono in questi mesi”. Il suo ritorno in Nazionale non può che renderlo felice (“E’ motivo di orgoglio, ringrazio i miei compagni”), e sull’ipotesi che le voci riguardanti il futuro di Donadoni possano essere parte in causa di questo calo è tranciante: “Assolutamente no”. Allo stadio, infine, era presente anche il presidente Saputo: “E’ sempre bello quando viene a trovarci” chiude Giaccherini.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy