Gazzoni Frascara: “Con Saputo zero preoccupazioni. Diritti tv? Qualcosa non funziona”

Gazzoni Frascara: “Con Saputo zero preoccupazioni. Diritti tv? Qualcosa non funziona”

Le parole del presidente onorario rossoblu.

Giuseppe Gazzoni Frascara in un’intervista a Il Resto del Carlino ha fatto alcune considerazioni sulla gestione di Saputo e sulla stagione del Bologna.

Queste le sue parole: “Ogni volta che parlo con Saputo mi trasmette due stati d’animo: serietà e tranquillità. Quindi, personalmente, zero preoccupazioni con lui in sella. Ha rifatto Casteldebole, rifarà il Dall’Ara. Però i tifosi vedono le cose da un’altra ottica e hanno poca voglia di aspettare cinque anni per vedere lo stadio nuovo e dei giocatori importanti”.

“Quest’anno la partenza era stata ottima – continua Gazzoni – al Dall’Ara ho visto partite che mi hanno entusiasmato. Poi qualcosa evidentemente si è inceppato: ma non saprei dire cosa. Il problema è anche il format di questa serie A, che non funziona: se dall’undicesimo al diciassettesimo posto prendono tutti gli stessi soldi dai diritti tv, in un campionato già deciso a Natale ti condanni a giocare solo delle amichevoli”.

Saputo dovrebbe stare più vicino alla squadra? “Ai miei tempi era Lele Oriali che ogni tanto mi diceva: ‘Presidente, c’è bisogno che lei venga a Casteldebole’. E allora andavo, sia per festeggiare una vittoria che per arrabbiarmi, quando serviva. Però con Renzaccio ci siamo tolti delle belle soddisfazioni. Nel gestire il gruppo era una forza: anche col Bologna in C si sentiva l’allenatore del Real Madrid”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy