Fuochi: “Se Di Francesco non fosse svenuto davanti alla porta…”

Fuochi: “Se Di Francesco non fosse svenuto davanti alla porta…”

Le parole di Walter Fuochi a Radio Bologna Uno.

Intervenuto a Quasi Gol, il collega di Repubblica ha risposto alle domande di Sabrina Orlandi e degli ascoltatori:

 “La rabbia per la mancata respinta ha superato la rabbia per la concessione del rigore – ha affermato Fuochi – Si è capito che non era penalty solo dal replay, quando la moviola in campo sarà effettiva certi episodi saranno risolti. Spazzare il pallone era un gesto facile e comodo che un giocatore di Serie A non può sbagliare. Mancavano 15 secondi, se calci la palla dall’altra parte il match è finito”.

Ancora Fuochi: “Inzaghi dice che hanno cacciato via tre punti, Donadoni idem, il pareggio sembra fatto apposta per non accontentare nessuno. La Lazio ha avuto dieci palle gol ma se Di Francesco non sviene davanti alla porta nel primo tempo il Bologna va due a zero e il film magari saltava fuori diverso”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy