Destro e Saponara: Talento contro talento

Destro e Saponara: Talento contro talento

Sabato sera si incroceranno, da avversari, due dei più talentuosi giovani prodotti dal calcio italiano, Mattìa Destro e Riccardo Saponara: un incontro che promette grande calcio e spettacolo emozionante in campo.

di Amos Segal

Sabato sera si dice solitamente “andiamo a ballare” e il manto erboso dello Stadio “Renato Dall’Ara” potrà rappresentare un’ottima pista da ballo per i due talenti che lo calcheranno con gli scarpini: Mattìa Destro con la maglia del Bologna e Riccardo Saponara con quella dell’Empoli.

Eppure questi due giovani talenti,come riporta il Qs, domani sera avversari, una volta furono compagni di squadra nella Nazionale Under 21 che si laureò vicecampione d’Europa in Israele, sconfitta per 4-2 dalla Spagna nella finalissima di Gerusalemme del 2013. Una formazione che contava, oltre a loro, anche grandi promesse come Marco Verratti, Alessandro Florenzi, Ciro Immobile, Manolo Gabbiadini, Andrea Bertolacci, Alberto Paloschi e Fabio Borini. Un altro traguardo di non poca importanza è la medaglia di bronzo conquistata a Tolone, in Francia, nel 2011, sempre con la medesima Nazionale di categoria.

Mattìa Destro è sbarcato sotto le Due Torri quest’anno, dopo una fallimentare esperienza al Milan, lui che era partito alla grande con il Siena e passato tre anni a Roma (sponda giallorossa) consacrandosi come talento; ad attenderlo alla stazione questa estate centinaia di tifosi che lo hanno salutato con un’accoglienza che raramente si vede nel mondo del calcio e che ha sottolineato quanto i bolognesi siano gente attaccata ai propri colori.

Purtroppo l’inizio non è stato dei migliori, come tutti sappiamo, ma con l’arrivo di Roberto Donadoni le cose sono cambiate come d’incanto, il bomber ha segnato finora quattro reti, ma tutte decisive: il gol del momentaneo 2-0 contro l’Atalanta (esordio del neo-allenatore), il rigore del definitivo 2-2 contro la Roma su rigore (con corsa a petto nudo sotto la Curva Nord Bologna ed urlo di esultanza quasi a voler “spazzare via” il digiuno passato) e, infine, la doppietta contro il lanciatissimo Napoli di Maurizio Sarri.

Riccardo Saponara, dal canto suo, condivide con Destro un’infelice periodo trascorso con la società rossonera di Milano, coronata dal ritorno ad Empoli che già conosce benissimo come piazza, avendoci militato per quattro anni (dal 2009 al 2013) e facendo conoscere le proprie abilità. Tornato nel gennaio del 2015, è già andato a rete ben 12 volte nell’anno solare, firmando anche 8 assist. Rappresenta sicuramente un grande rimpianto per il Milan e pure il Bologna aveva provato, con Corvino, a prenderlo, ma la partecipazione al campionato cadetto fece sì che Saponara preferisse rimanere in A con il suo Empoli.

Se Destro finalizza, Saponara ispira, in squadra assieme sarebbero una perfetta macchina da gol, ma a Bologna li vedremo avversari, dispensando lampi di classe per gli affamati di grande calcio. C’è tuttavia un obiettivo che li accomuna ed è quello della Nazionale Maggiore, che l’attaccante in forza alla compagine felsinea ha già assaggiato per 8 volte, segnando un gol. Saponara, invece, può vantare le partecipazioni con l’Under 21, ma non ha mai esordito con la Maggiore.

I due “ragazzi del gol” daranno il meglio di loro sabato sera così come nel prosieguo del campionato in modo da conquistare gli obiettivi prefissi e volare sempre più in alto, verso tappe prestigiose ed allori che profumano gloria, vincendo ogni volta le sfide che fanno parte della vita di ogni sportivo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy