Destro, ci vediamo a settembre

Destro, ci vediamo a settembre

Il giocatore non è pronto, il Bologna non forza il recupero

Un calvario partito nella notte del 12 marzo sul prato di San Siro, dopo l’entrata scomposta di Miranda che gli ha causato una frattura scomposta a un dito del piede destro.
“Una prognosi di 4/5 settimane” così titolava il comunicato del Bologna.
Oggi è il 21 Luglio e il ragazzo non accenna al recupero.

La colpa è sicuramente stata dello staff medico per non aver curato al meglio l’infortunio dell’attaccante e per non aver trattato il problema al polpaccio presentatosi a inizio Aprile.
Destro si è giocato tutto, il poter aiutare il Bologna a rimanere nella parte sinistra della classifica e soprattutto la Nazionale.

Ora come ora ci vorrà un altro mese e mezzo per il pieno recupero.
Molti lo aspettano in panchina per la prima di campionato ma la società non vuole rischiare.
L’auspicio è quello di vederlo tornare al 100% dopo la sosta per le Nazionali.

Stringi i denti ragazzo, tutta Bologna attende la tua guarigione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy