De Marchi: “Diawara? Diventerà un top player”

De Marchi: “Diawara? Diventerà un top player”

L’ex calciatore rossoblù Marco De Marchi si sofferma su Adam Masina e il suo esordio nella Nazionale cadetta, allacciandosi poi alle future promesse calcistiche ed alla situazione del Bologna.

di Amos Segal

Marco De Marchi, procuratore del calciatore rossoblù Adam Masina, così si sofferma sul debutto del suo assistito in Under 21: “No, non l’ho visto perchè avevo un impegno, ma l’ho guardato in televisione, con il suo emozionante debutto: sono arrivati i documenti e lui s’è messo a disposizione dell’allenatore della nazionale under 21. Adam lo conosco da tanto tempo, ha sempre avuto le idee chiare, una forte personalità e valori importanti che gli fanno percorrere il tragitto a testa alta, mettendo sempre in campo i valori umani che lo contraddistinguono. Lui ha fatto una scelta da quando s’è messo in campo, quand’è arrivata la convocazione della nazionale marocchina, ha preferito aspettare la chiamata di quella italiana. Ha detto che è bolognese e quindi vuole prolungare il rapporto con la piazza”.

Continuando a parlare del suo rendimento: “Che debba migliorare, un ragazzo di 21 anni, è scontato, devono farlo anche quelli di 30. Fa benissimo la fase difensiva, ricordo la fase di chiusura a Verona. Deve migliorare, però ha una grande predisposizione, lui è nato attaccante, ha una gestione della palla normale per un terzino, ma riesce ad essere efficace e determinante e può giocare con diversi moduli, a quattro come a cinque, facendo il cursore di fascia”.

Quando gli viene chiesto se sa qualcosa su un contatto della società emiliana con l’attaccante Fabio Borini, attualmente in forza al Sunderland in Inghilterra, risponde: “Per quanto riguarda Borini, c’è stato l’interesse del Bologna”. Senza voler approfondire il resto.

Accennando poi alle future promesse del calcio da lui visionate: “Io vorrei parlare di questo ragazzo del ’97, gioca nel Perugia titolare da 5-6 partite, scuretto come Diawara, proveniente dalla Costa D’Avorio. Potrà diventare un giocatore, giocando in piazze importanti come Perugia, importante: mi ha stupito molto, si chiama Zebli, è allenato da Bisoli”.

Su Amadou Diawara: “Non lo conoscevo, quando arrivò a Bologna, è stata una mia mancanza; penso che abbia delle doti straordinarie: è un colpo eccezionale, può diventare un top player”.

Su Maietta: “Di tutti i centrali del Bologna, ha caratteristiche uniche: grosso tempismo, è il più veloce, diciamo che essendo uno molto esperto di campi da calcio da molto tempo, la professionalità non gli manca, si fa trovare pronto quando ha la sua chance”.

Concludendo con l’arrivo di Donadoni: “Il cambio dell’allenatore ha dato una scossa alla squadra”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy