Civolani: “Il Bologna è una squadra da quartultimo posto, ci sono dieci giocatori da vendere”

Civolani: “Il Bologna è una squadra da quartultimo posto, ci sono dieci giocatori da vendere”

Le parole di Gianfranco Civolani a Radio Bologna Uno.

Ai microfoni di ‘Quasi Gol’ è intervenuto Gianfranco Civolani che parlato della crisi del Bologna e della rosa rossoblu in ottica futura.

Il ‘Civ’ commenta così il crollo del Bologna nell’ultimo periodo e delinea la strada per chiudere la stagione in modo degno: “In questo momento tutti sono migliori del Bologna, a parte Palermo e Verona. A 38 punti non so se ci si salva, a 39 sì, dopo il Genoa ci sono altre partite contro squadre che non hanno nulla da chiedere alla classifica: con Empoli e Chievo bisogna ottenere almeno un pareggio, se non ci riesci è giusto che tu vada in B. La classifica è enormemente peggiorata e paradossalmente migliorata: il Bologna è stato costruito per arrivare quartultimo, non di più, l’hanno detto sia Saputo sia Corvino. Questa è una squadra modesta, non so come abbia fatto a fare questi ottimi risultati, tanto che nel delirio io stesso ho detto che forse si poteva raggiungere l’ottavo posto. Il Bologna è quello che vale, una squadra da quartultimo posto”.

Il giornalista bolognese critica anche alcuni giocatori e annuncia la necessità di una rivoluzione nel prossimo mercato estivo: “Rossettini è un mediocre difensore, da 5,5. Ha fatto qualche gol e chiude quest annata con un 6 scarso. Il Bologna deve cambiare molto l’anno prossimo se no si rischia la serie B. Abbiamo giocatori che quello che dovevano dare l’hanno già dato: Giak e Diawara andranno via, Gastaldello, Maietta e Brighi sono avanti con l’età, Destro è un attaccante da 10 gol. Ci sono dieci giocatori da eliminare e otto da prendere nuovi, ma chi li prende?”.

Infine Civolani commenta anche il momento altrettanto negativo che sta attraversando la Virtus Bologna, sempre più vicina al baratro della retrocessione: “Per la Virtus la salvezza è molto complicata, direi che ha un 40% di possibilità. È una squadra orribile e merita di retrocedere ma potrebbe anche salvarsi: bisogna battere Torino di sei punti e potrebbe non bastare. Il ritiro è una cosa ridicola”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy