Carlo Nervo: “Saputo, ottimo lavoro”

Carlo Nervo: “Saputo, ottimo lavoro”

L’ex rossoblù Carlo Nervo, oggi imprenditore del mobile, sta apprezzando molto il lavoro di Saputo: “Ha fatto scelte con la testa. Il Bologna crescerà tanto”.

Carlo Nervo lo si può definire tranquillamente una bandiera rossoblù.

Ha giocato con la maglia del Bologna per ben 11 stagioni consecutive, dal 1994 al 2005, ed è il terzo calciatore con più presenze in gare ufficiali (417) dietro solo a Giacomo Bulgarelli e Tazio Roversi.

Come riporta il Resto del Carlino, oggi Nervo ha un’azienda di mobili e, sia da imprenditore che tifoso, sta apprezzando il lavoro di Saputo. “Ha scelto collaboratori capaci -ha detto l’ex rossoblu- parla poco, getta le fondamenta per il futuro e cerca di investire i suoi soldi, non di buttarli”.

Anche il mercato è stato fatto con la testa: “A me il mercato del Bologna è piaciuto. Molti tifosi si aspettavano il grande colpo e non una lenta crescita per gradi. Il grande colpo di mercato sarebbe stato la ciliegina sulla torta: ma per me è più importante che ci sia la torta“.
Sono stati acquistati tanti giovani di grande talento: “Krejcì: l’ho visto nelle prime due partite e mi sembrava buono. Mi ha convinto anche Nagy: è un altro nazionale, ha personalità e ha trovato l’ambiente e l’allenatore giusto per crescere”.

La società sta investendo tanto anche sullo stadio e sul centro tecnico. “Investire nel centro tecnico e nello stadio significa costruirsi un futuro. Casteldebole in effetti sta cambiando volto. Questa è una gran cosa: anche se a me, per la verità, piaceva anche così. Quando nel ‘94 arrivai dal Mantova mi sembrava di essere sbarcato in paradiso”.
Nervo parla anche del mister Donandoni e del suo staff: “Donadoni è bravo e qui lo ha già dimostrato. Poi ha uno staff di prim’ordine: non lo conosco di persona, ma so come lavora il suo vice, Luca Gotti. In panchina c’è grande competenza”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy