Campione: “Dispiaciuto per la Virtus. Sabatini? Si adatterà a lavorare in sinergia con Donadoni”

Campione: “Dispiaciuto per la Virtus. Sabatini? Si adatterà a lavorare in sinergia con Donadoni”

Le parole di Manfredi Campione a Quasi Gol

Ai microfoni di ‘Quasi Gol’ è intervenuto Manfredi Campione che ha commentato la retrocessione della Virtus e ha presentato la sfida di sabato al Dall’Ara tra Bologna e Milan, dando importanti notizie sulla formazione rossoblu. Ecco le sue parole sul futuro incerto della Vu Nera: “Mi auguro che Tacopina prenda in mano la Virtus, sarebbe un bel rientro. La prima cosa su cui impegnarsi sarà la campagna abbonamenti e il marketing, per non ridurre l’Unipol Arena a un migliaio di persone a vedere le partite. Quando si assemblano molti azionisti la gestione è critica perchè non ci sono soldi, ci si diverte se c’è un investitore che ha molto denaro. La Vu Nera può trasformare questa retrocessione in un’occasione importante per ripartire e pianificare un futuro fortunato simile a quello del Bologna. Saranno anni difficili e servirà un palazzo pieno: l’arma in più per scalare l A2, il fattore campo nel basket ha un peso specifico superiore a quello che ha nel calcio. Non sono contento della retrocessione della Virtus, l’unico aspetto positivo è che forse l’anno prossimo ci sarà il derby e si respirerà di nuovo quel clima simpatico e goliardico, il derby l’ho sempre vissuto divertendomi”.

Campione parla anche di calcio analizzando in primis il nodo ds, sempre più vicino alla risoluzione: “Sabatini è uno che fa di testa sua, difficilmente accetta interferenze ma se sarà lui il nuovo ds, allora lavorerà in sinergia con Donadoni perchè credo che Fenucci non commetterà lo stesso errore già fatto con Corvino”.

Infine il giornalista fa il punto sulla situazione infortunati in vista dell’ultima gara casalinga al Dall’Ara contro il Milan: “Oikonomou non ci sarà. Maietta e Masina ieri si sono allenati e dovrebbero essere della partita. Mancheranno sicuramente Rizzo e Destro, probabile assente anche nell’ultima uscita stagionale contro il Chievo. Da valutare Donsah, ancora bloccato da un’infiammazione agli adduttori: non partirà dal primo minuto. Complessivamente il Bologna sta bene ed è pronto per onorare al meglio il finale di stagione davanti al presidente Saputo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy