Boniciolli come Steve Jobs: “Dobbiamo essere affamati e folli”

Boniciolli come Steve Jobs: “Dobbiamo essere affamati e folli”

Le parole del coach della Effe alla vigilia del primo impegno stagionale.

La Fortitudo affronterà stasera all’Unipol Arena Mantova, Scafati e Treviso nella prima edizione della Supercoppa Lnp. Coach Boniciolli presenta così il primo impegno stagionale: “Non ci presenteremo a questo appuntamento per pettinare le bambole, ma cercando di vincere questo trofeo. E’ chiaro, però, che se dobbiamo rischiare di andare a Chieti senza Ruzzier e Italiano perché giocano in Supercoppa, non li faccio giocare perché è più importante averli domenica 2 ottobre per la prima di campionato. Poi se vinciamo ben venga. Quest’anno la parola d’ordine, il motto verso le persone che ci hanno dato tanta fiducia sottoscrivendo gli abbonamenti, copiando Steve Jobs direi che sarà: «Stay hungry, stay foolish», dobbiamo essere affamati e folli. Se saremo così, abbiamo ottime possibilità di fare un grande campionato, se, invece, dovessimo perdere un po’ di fame e follia, saremo destinati a perdere la cosa più importante che c’è qui in Fortitudo: la stima dei nostri tifosi. Quanto successo l’anno scorso è finito, ma ci deve dare la carica per raggiungere gli obiettivi”.

Roberts?: “È un mio giocatore, e non ho intenzione di fargli la guerra. La sua permanenza è stata discussa con la società e siamo arrivati al punto che la soluzione migliore sia quella di tenerlo, anche per una questione economica, per cui mi impegnerò per far sì che raggiunga un livello superiore. Sarà il campo a decidere, e come tutti lui dovrà dare il massimo. È arrivato in una squadra che mira ad ottenere risultati in maniera molto impegnativa e con il lavoro duro, e allora dovrà adeguarsi al nostro stile. Ci arriveremo, col dialogo e con qualche ‘vaffa’”.

A riportare le sue parole è Il Resto del Carlino.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy