Bologna sogna: col Chievo per eguagliare il record di 25 punti al giro di boa

Bologna sogna: col Chievo per eguagliare il record di 25 punti al giro di boa

Proiezione oltre i 50 punti per il Bologna. Dal ‘Corriere di Bologna’

Dopo la sconfitta con l’Inter e l’avvicendamento in panchina fra Rossi e Donadoni in quanti avrebbero scommesso su un Bologna a quota ventidue punti ad un turno dal termine del girone d’andata? Probabilmente neanche i più fiduciosi. I rossoblù sembravano alla deriva, in crisi di risultati e di identità. Il nuovo mister è riuscito ad imprimere un netto cambio di marcia proprio grazie alla mentalità che ha saputo trasmettere ai propri ragazzi. La squadra è passata da essere lunga, disunita e timida a propositiva, corta e cinica. Proprio quest’ultimo aspetto ha fatto la differenza per espugnare San Siro e ancor prima Marassi.

Il ruolino di marcia del Bologna di Donadoni è da capogiro: 16 punti in 8 incontri, una media che surclassa quella con cui viaggiava Rossi e che proietterebbe Destro e compagni in zona Champions. Conquistando la vittoria col Chievo i rossoblù eguaglierebbero il record di 25 punti al giro di boa del campionato già registrato dal Bologna di Malesani della stagione 2010/11 con una proiezione finale a quota 50. Un traguardo che si avvicinerebbe molto a quei 52 punti dell’annata 2001/02, che rappresentano il massimo in Serie A. I ragazzi di Donadoni hanno comunque già fatto meglio rispetto ad esempio alla squadra dei 51 punti, quella del nono posto allenata da Pioli.

Una serie di discorsi che entusiasmo la piazza, ma a cui il mister rossoblù non vuole pensare. “L’allerta resta alta, perché appena pensiamo di poter stare tranquillamente a questo livello irrimediabilmente cadiamo nel tranello e poi si perdono le partite. Non dobbiamo ripetere questi errori – avvisa Donadoni in un’intervista a Radio24 -, perché vorrebbe dire dover ripartire ogni volta”. Insomma, mai abbassare la guardia, anche perché la sconfitta con l’Empoli dimostra che le brutte sorprese sono sempre dietro l’angolo. Ma il Bologna non si vuole fermare sul più bello, ma vuole continuare a cavalcare l’onda.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy