Bologna, per Saputo è il momento più difficile

Bologna, per Saputo è il momento più difficile

Stadio, dirigenza e mercato: il chairman dovrà farsi carico di tante decisioni importanti

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Dall’autunno 2014, con un Bologna in B e con un monte debitorio da abbattere unito all’esigenza di rinforzare la squadra a gennaio per ottenere la promozione, passando per il primo mercato di A i soli 6 punti in 10 giornate, quell’attuale si può considerare il momento più difficile di Joey Saputo a Bologna.

Oggi, Saputo ha a che fare con una curva che esplicitamente gli ha chiesto di fare fuori totalmente la dirigenza, ma è difficile pensare che un proprietario possa chinarsi così facilmente al volere del tifo. Poi c’è la squadra, terzultima e con 10 sconfitte sul groppone. Servono rinforzi veri e pronti subito. Infine, il progetto di Restyling del Dall’Ara. Doveva essere presentato a fine dicembre, ma la situazione sportiva disastrosa ha consigliato diversamente. Ma questi ultimi due aspetti, se portati a termine, ovvero rinforzi e presentazione al pubblico del nuovo stadio, sarebbero i sintomi di un non disimpegno del presidente come invece si inizia a mormorare in città da qualche tempo. Resta da capire se Saputo parlerà prima o poi alla piazza, mentre il Resto del Carlino sottolinea che anche la dirigenza nell’ultimo periodo ha scelto la linea del silenzio.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy