Bologna: Inzaghi e i rossoblù pronti alla nuova avventura

Bologna: Inzaghi e i rossoblù pronti alla nuova avventura

L’attesa per la nuova stagione sotto le Due Torri è vibrante. La testimonianza sono i 5000 abbonamenti venduti i pochi giorni

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Sarà una stagione importante quella che attende il Bologna. Dopo tre anni con Donadoni e una serie di salvezze tranquille, il presidente Saputo ha deciso di iniziare la rivoluzione con Pippo Inzaghi in panchina e una rosa profondamente rinnovata. Obiettivo quello di avvicinarsi in poche stagioni all’Europa League. In attesa della fine dei Mondiali di Russia 2018 i giocatori sono già a lavoro per assimilare le idee del nuovo tecnico pronto a varare un innovativo 3-5-2.

La prima, e forse più attesa, notizia per i tifosi del Bologna è arrivata dopo i playoff di Serie B: l’esonero di Roberto Donadoni, ormai a fine ciclo e non più sostenuto dall’ambiente, e l’ufficialità dell’arrivo in panchina di Pippo Inzaghi, tecnico che dopo la poco felice esperienza col Milan è stato bravo a ricostruirsi una carriera di successo partendo dalla Serie C con il Venezia.

Da sempre “maniaco” del lavoro, Inzaghi potrà lavorare con una rosa semi-completa solo a fine luglio, con il rientro degli svedesi Krafth e Helander dopo l’eliminazione ai quarti di finale dei Mondiali di Russia. Campionato del mondo che sta attirando le attenzioni di tutti gli esperti di calcio e non solo. Come ogni edizione che si rispetti anche quella russa ha portato con sé iniziative interessanti e campagne di marketing che vanno oltre il mondo del pallone. Come la campagna di Adidas “Creativity is the answer” che coinvolge personaggi del mondo dello sport, dello spettacolo e della musica volta ad esaltare l’importanza della creatività in ogni campo.

Un’idea suggestiva come quella di Hyundai, sponsor ufficiale della manifestazione, che ha scelto tre testimonial d’eccezione come Cafu, Podolski e Henry per raccontare cosa significa prendere parte a un Mondiale con la propria nazionale. Una delle più divertenti dedicate agli amanti del gaming online è quella degli  Spin&Goal di PokerStars, promozione che offre ricchi bonus ai giocatori per tutta la durata del Mondiale. Non solo gaming ma anche veri e propri capolavori promozionali dedicati ai campionati del Mondo.

Pippo Inzaghi, che di campionati del Mondo ne sa qualcosa, si troverà ad allenare dopo Russia 2018 una squadra molto diversa da quella che Donadoni ha portato alla salvezza. Partiti due mostri sacri come Mirante (direzione Roma) e Verdi (ceduto al Napoli) e arrivata la notizia della cessione di Adam Masina al Watford, l’ex tecnico di Milan e Venezia è alla ricerca delle caselle giuste per il suo 3-5-2.

La difesa è stato il primo reparto a trovare una composizione definitiva con gli acquisti del portiere Skorupski e dei difensori Dijks (parametro zero dall’Ajax) e Calabresi (Roma). Molta curiosità anche intorno al giovane mediano Svanberg in arrivo dal Malmo. Gli acquisti più importanti sono arrivati nel reparto offensivo. È andato in porto lo scambio tra Sassuolo e Bologna che ha portato Diego Falcinelli alla corte di Inzaghi e Federico Di Francesco in neroverde. E proprio Falcinelli dovrebbe far coppia con il nuovo arrivato, quel Federico Santander protagonista di 3 ottime stagioni con la maglia del Copenaghen.

Se l’attacco titolare sembra fatto, vanno sistemate le altre caselle offensive. Sicuri del posto in squadra Palacio e Orsolini, restano da valutare le posizioni di Destro, Avenatti e Petkovic. Per il primo la società è in attesa dell’offerta giusta, gli altri due potrebbero essere girati in prestito in Serie B. Si lavora anche per rinforzare le fasce, fondamentali per il gioco di Inzaghi. Il primo nome individuato è quello dell’atalantino Mattiello. Se dovesse sfumare l’affare occhi puntati su Andrea Beghetto, figlio dell’ex terzino del Vicenza, e su Rispoli in uscita dal Palermo.

 

 

L’articolo contiene contenuti pubblicitari

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy