Bologna-Cagliari, i migliori e i peggiori

Bologna-Cagliari, i migliori e i peggiori

Da Di Francesco a Verdi, da Storari ai time out, ecco il meglio e il peggio di Bologna-Cagliari.

I MIGLIORI
ROBERTO DONADONI – Nessuna epurazione dopo il colabrodo difensivo di Torino. Concede una seconda possibilità a tutti, promuove nuovamente titolari Nagy e Krejci (quindi ammette il precedente, clamoroso errore), inserisce poco a poco i nuovi arrivati, azzecca il cambio di Di Francesco. Insomma, tutto bene. Alla fine i ragazzi addirittura rischiano qualcosa in 11 contro 9 e il primo imbufalito è proprio lui.
SIMONE VERDI – Se saprà dare continuità a quanto ha fatto vedere oggi, può essere l’elemento giusto per sparigliare le carte con buone invenzioni tiri e gol.
FEDERICO DI FRANCESCO – Al debutto casalingo va subito in rete dopo 5 minuti. Settimana d’oro per lui dopo la doppietta in Under 21. Forse a fine campionato ci stupiremo per quante partite e quanti gol avrà totalizzato.
IL CALENDARIO – Per fortuna dopo una disfatta ci ha proposto una squadra più che abbordabile. L’ideale per riordinare le idee e ripartire guardando avanti con più tranquillità.
ANTONIO MIRANTE – Va in panchina con i compagni e dà l’impressione di essere a posto fisicamente e rinfrancato moralmente. Da Costa è bravo, ma il rientro del titolare è importantissimo.

I PEGGIORI
MARCO STORARI – Pachidermico sulla punizione-gol di Verdi, si fa espellere in uscita-killer a metà campo e come ciliegina sulla torta risponde ai fischi del pubblico uscendo dal campo. L’età della pensione è già arrivata ma non se ne è accorto.
ADAM MASINA – Sembra che in questo periodo non riesca a tramutare in giocate le buone idee che ha in testa e sbaglia tocchi elementari. Forse a Napoli Donadoni lo fermerà ai box per un turno di riposo, cosa che a Taider l’anno scorso in analoga situazione fece molto bene.
I TIME-OUT – Se ne ho criticato uno alla prima giornata, figurarsi se accetto che se ne facciano due.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy