Bartolozzi: “Destro vittima dei cali di tensione”

Bartolozzi: “Destro vittima dei cali di tensione”

Il commento di Bruno Bartolozzi a Radio Nettuno

Intervenuto a Passione Rossoblù su Radio Nettuno, il direttore di Stadio Bruno Bartolozzi ha risposto alle domande di Leo Vicari e degli ascoltatori. Il pareggio con la Fiorentina ha riscattato la sconfitta del Matusa, soprattutto ha rilanciato le quotazioni del Bologna. Ecco il pensiero di Bartolozzi: “Nel finale con la Fiorentina potevamo approfittarne, ma teniamoci stretto un risultato che ci permette di ripartire dopo Frosinone”.

E’ molto caldo anche il tema Destro, Bartolozzi esprime un concetto chiaro”Destro ha dei cali di tensione durante la gara che non lo mettono all’altezza delle grandi soluzioni offensive che hanno le altre squadre. E’ una verità rimediabile. Ci può stare che la squadra rinculi dietro, però non ci sta che il giocatore sia così slegato dal resto della squadra. Serve una partita di maggior partecipazione alle esigenze della squadra, poi da lì si può approfittare degli eventuali cali dell’avversario. Se stai fuori dalla partita poi rischi di restarci. Destro non è cattivo in campo, questo è un problema”.

Un sms osserva che nel primo tempo Destro è andato in difficoltà anche per via della prova insufficiente di Giaccherini. Bartolozzi risponde: “Giaccherini ha però poi risolto la partita, lui ha questa freddezza di inserirsi in area che è fenomenale. Pur avendo alti e bassi gli vengono alcune soluzioni decisive per le sorti della squadra. Destro invece quando non si spende in cattiveria diventa un giocatore normale”.

Tra gli artefici del pareggio di sabato c’è anche Mimmo Maietta, che ha giocato in condizioni fisiche non ottimali: “Maietta è un giocatore che era andato in difficoltà fisica, ha dimostrato di sapere gestire questo problema. Magari ce l’avesse avuto il Verona. Se Destro avesse la cattiveria e la concentrazione di Maietta sarebbe un altro sport”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy