Bartolozzi: “Con 1.8 milioni si poteva riscattare Buchel”

Bartolozzi: “Con 1.8 milioni si poteva riscattare Buchel”

Il commento di Bruno Bartolozzi a Radio Nettuno

Il direttore di Stadio Bruno Bartolozzi è stato ospite oggi di Passione Rossoblù, trasmissione in onda tutti i giorni alle 15 su Radio Nettuno condotta da Leo Vicari. Il Bologna, reduce dalla sconfitta con l’Empoli, passerà comunque vacanze serene, con la consapevolezza di dover intervenire sul mercato. Ecco il pensiero di Bartolozzi: “A me ha dato noia il fatto di vedere una squadra superiore, mi piacerebbe vedere il Bologna giocare le partite che gioca l’Empoli. I toscani hanno giocato sempre e solo di prima, i nostri perdevano il tempo di gioco. Diawara avrebbe reso più problematica la ragnatela ad un tocco dell’Empoli”.

Gli viene chiesto di Marcel Buchel, reduce da una promozione con il Bologna e autore di una splendida prestazione sabato sera: “Buchel a me piaceva, con 1.8 si poteva riscattare, si è preferito investire su Crisetig che è un nazionale Under 21. Sono scelte che si fanno. I giocatori di centrocampo devono essere universali. A centrocampo devi avere passo e dinamismo per essere molto fisico, che resiste ad alti ritmi”.  Arriva un sms Falco, considerato un giocatore che utilizza un piede solo. Queste le parole del direttore: “Vediamo se l’anno prossimo sta ancora in Serie A, Falco ha delle abilità ma non bastano a renderlo un giocatore da Serie A. Lui è bravo a fare certe cose, ma gli mancano degli aspetti fondamentali del gioco”.

La giornata di ieri è stata anche caratterizzata dalla sciagurata espulsione di Felipe Melo, il commento di Bartolozzi: “E’ sempre stato così, ci sono momenti in cui riesci a controllarlo e altri no. Appartiene alla categoria dei giocatori che si scoprono di volta in volta del valore che hanno salvo quelle intermittenze in cui prevalgono i nervi”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy