Arbitri, Lotito vuole il sorteggio integrale

Arbitri, Lotito vuole il sorteggio integrale

Chissà se il mondo del calcio rivoluzionerà quello arbitrale. Dopo Lazio-Genoa, il presidente della Lazio Lotito ha deciso di proporre il sorteggio integrale degli arbitri, mettendo da parte ogni tipo di designazione. Non c’è mai stato in Italia il sorteggio totale, solo a fasce. La prima volta fu nel 1985 e si concluse con lo scudetto del Verona. I più maligni potrebbero costruirci numerose teorie sul fatto che non sia stata una big a portare a casa quel tricolore. In passato però il parziale sorteggio ha portato alle famose griglie che riducevano le possibilità di estrazione e anche in quel caso a numerose polemiche. Senza dimenticare le accuse post Calciopoli di griglie manipolate o di palline riconoscibili al tatto durante il sorteggio. Pare che Lotito abbia trovato terreno fertile presso il nuovo presidente federale Tavecchio e anche tra diversi presidenti di Serie A, compreso Zamparini. Anche Preziosi avrebbe aperto all’ipotesi anche se tutto è nato dopo una sconfitta dei biancocelesti proprio contro il Genoa. Chi invece taglia netto sotto questo tasto è il presidente degli arbitri Nicchi: All’Aia non è arrivata nessuna comunicazione. E di sicuro non è la Lega e tantomeno un presidente di un club a poter fare una cosa simile – ha detto l’ex arbitro a Gazzetta.it – la sede opportuna è il Consiglio Federale. La richiesta è legittima ma sono gli arbitri a decidere, è la nostra risposta è un no secco. Non lo faremo mai”. La decisione risulta comunque importante a prescindere e che può riguardare, in futuro, anche il Bologna. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy