Zanarini: “A fine marzo si faccia chiarezza”

Zanarini: “A fine marzo si faccia chiarezza”

Nicola Zanarini interviene alla trasmissione “Quasi Gol”, parlando delle società calcistica e cestistica di Bologna.

Nicola Zanarini, parlando anch’egli delle questioni interne al Bologna, dice: “Bisogna assolutamente che a fine marzo si faccia chiarezza, Corvino è stato criticato, io sono stato uno dei più acerrimi, specie quando fu scelto Rossi e le contingenze ci facevano vedere tutto nero. Il problema è la convivenza con Fenucci e Di Vaio, i due romani“.

E su Donadoni aggiunge: “E’ rimasto il tarlo da quell’europeo finito ai rigori con la Spagna, quindi una chiamata di Tavecchio potrebbe essere allettante“.

Passando dal calcio alla pallacanestro, accenna anche alle faccende riguardanti la società bianconera bolognese: “Potrebbe arrivare chiunque da fuori alla Virtus, da dentro, nessuno ha intenzione di sperperare perchè il basket ha uno scarso appeal“.

Tornando nuovamente all’ambiente rossoblù, conclude così: “Non credo che Donadoni e Corvino siano in opposizione, credo che essa sia tra Corvino e gli altri dirigenti: io, oggi come oggi, scelgo di tenere Donadoni. Sabatini non mi convince molto, è abituato a grandi piazze e grandi soldi, forse Pradè ha fatto qualcosina di meglio. Direi che vale la pena di continuare con Corvino“.

E termina anche l’intervento sulla Virtus in vista della delicata trasferta in Campania contro gli irpini: “Intorno alle 18:05, Avellino viene da dieci vittorie consecutive, record assoluto per la società irpina e Virtus che potrebbe ottenere milletrecentesima vittoria in Serie A1“.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy