2004: va in bagno a San Siro e si perde, resta a Milano per undici anni

2004: va in bagno a San Siro e si perde, resta a Milano per undici anni

L’incredibile storia di un clochard svizzero

Incredibile storia riportata oggi da Gazzetta.it, Rudolf Bantle il 25 agosto 2004 è a San Siro per assistere con alcuni amici a Inter-Basilea, preliminare di Champions League. A pochi minuti dalla fine, con il risultato ormai segnato, Rudi decide di andare in bagno e prepararsi al ritorno a casa. Uscendo si ritrova solo in mezzo alla calca della folla uscente, cerca i suoi amici, la loro macchina, ma non li trova. In tasca 20 euro e nessun cellulare, Rudi non ricorda nemmeno il numero di casa.

Si ritrova solo a Milano, con poca voglia di tornare a casa in Svizzera lui che il papà non l’ha mai conosciuto e la madre per pochi mesi. Invece di disperarsi, decide di restare a Milano, lo farà per undici anni divisi tra l’operaio e l’alcool e il clochard. Chi va a San Siro lo trova lì, sempre. E’ un idolo per tanti. Decide di tifare Milan, segue le partite da una sala scommesse e beve tanta birra. La Polizia svizzera lo iscrive nel registro degli scomparsi salvo poi cancellarlo nel 2011. Un medico che lo ha aiutato per un problema al piede ha raccontato: “Questa storia su Rudi circolava ma non sapevamo se fosse vera o meno, lui parlava poco di sè. Siamo contenti nel sapere che sta bene. San Siro ormai era casa sua”. Era, perché adesso Rudi è tornato in Svizzera, non per merito di Chi l’ha visto che ne diramò la foto trovando qualcuno disposto a pagargli il biglietto di ritorno, ma per la rottura del femore. Cadde dal marciapiede e venne ricoverato, dovette dare le sue generalità e il consolato svizzero ne dispose il trasferimento a Basilea. Adesso vive con un sussidio di 300 euro al mese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy