Giorni decisivi per Destro: lui vuole restare

Giorni decisivi per Destro: lui vuole restare

Il Bologna alle prese con la prima scelta della stagione: puntare o no su Destro

di Manuel Minguzzi, @manuel_minguzzi

Il Bologna si radunerà per i primi test atletici il 2 luglio – diversi giocatori stanno già lavorando come Petkovic e Paz – ma tra i convocati ci sarà anche Mattia Destro. L’uomo copertina delle ultime tre stagioni.

Un anno fa a Castelrotto era il tempo dei sorrisi tra Destro e Donadoni, un rapporto che sembrava essersi consolidato e pronto per una nuova esaltante stagione. Non è stato così. A livello tecnico i due non si sono più trovati, con l’allenatore che spesso ha lasciato in panchina il numero dieci, ovvero l’investimento più oneroso dell’era Saputo. Da qui la necessità di dirimere la questione Destro una volta per tutte, ovvero continuare a puntare su di lui oppure scegliere la cessione. C’è però la volontà della punta, convinta di poter fare bene con il nuovo tecnico e, di conseguenza, decisa a restare in rossoblù. Dall’altro lato, piazzare un ingaggio da 1.8 milioni sul mercato italiano, qualora il Bfc decidesse di volersi separare dal numero dieci, non sarebbe facile. E allora pronti via e Destro salirà in ritiro a Pinzolo, dove Inzaghi ne tarerà non tanto le doti tecniche ma la sua effettiva voglia di riscatto. Che il futuro del giocatore sia tuttora un enigma si può desumere dal fatto che il Bfc non lo ha usato nelle recenti uscite ufficiali, né come testimonial della maglia né nella campagna abbonamenti dove comunque non appare nessun calciatore. Ma potrebbe anche solo rivelarsi una scelta strategica essendo Destro già stato utilizzato in passato in iniziative di questo tipo e non spendibile, come tutta la squadra, dopo una stagione deludente che ha visto il Bologna crollare nel ritorno. La cosa certa è che Inzaghi, qualora si decidesse per la cessione di Mattia, pretenderebbe un attaccante almeno dello stesso spessore o più forte. Ma la domanda appare lecita: e se il Bologna il suo bomber da doppia cifra lo avesse già in rosa?

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gging - 3 settimane fa

    Certo che il bomber da doppia cifra lo abbiamo già . Basta metterlo nelle condizioni di rendere al meglio cosa che inspiegabilmente Donadoni ha fatto solo all’inizio del primo anno .
    Basta guardare le statistiche degli attaccanti della rosa rossoblù per capire che Destro è il topo degli attaccanti rossoblù . E giustamente Inzaghi pretenderebbe un attaccante top in caso di cessione di Destro . Ci mancherebbe altro ! Senza Destro la squadra sarebbe molto più debole dell’anno scorso .

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy