L’hanno fatto per noi!

L’hanno fatto per noi!

Ragazzi, ho capito, adesso mi è tutto chiaro. L’hanno fatto per noi! Come chi?! I giocatori del Bologna. Non hanno vinto volutamente il campionato per farci divertire! Ma ci pensate alla tristezza dei tifosi di Carpi e Frosinone, cosa faranno adesso? Non ci sono i Mondiali, niente Europei. Olimpiadi? Direi di no. Giochi del Mediterraneo? Boh. Noi possiamo godere di qualche settimana in più di calcio giocato, loro no! Grazie ragazzi!

Come da previsioni meteo, venerdì diluvia. Comincio a costruire l’arca per salvare i giocatori in via di estinzione, uno per reparto, poi mi ricordo che devo andare al Dall’Ara. E’ l’ultima di campionato, vuoi mancare? Per nulla al mondo, ho una voglia di prendere due ore d’acqua che non ci sto dentro! Pronti, via. Goal di Mancosu! Ma è fuorigioco, sarebbe troppo bello. Ci pensa Mbaye con una fucilata da Marte a spaccare la partita. Bel missile, bravo cinno. Dopo il vantaggio mi aspetto che il Bologna faccia una gran rumba. Invece ci assopiamo nella solita moltitudine di passaggi per arrivare a centrocampo. Il secondo tempo è una noia mortale. I rossoblù vanno talmente piano che riescono a schivare le gocce di pioggia. Ehi ragazzi, noi stiamo prendendo secchiate d’acqua, ci ripagate così?! Poi un miracolo sul tabellone del Dall’Ara: il Frosinone vince a Vicenza. Vacca boia, sta a vedere che ci va di culo pure questa volta. Al minuto sessanta il Bologna smette anche di andare piano. Pronto ACI, ho una squadra in panne, mi mandate un carroattrezzi in via Andrea Costa? E così il Lanciano, sceso in campo in infradito e pareo, tira pure due volte in porta. Paura! Fuori Mancosu dentro Fresca, in pratica esce uno che hai la speranza che faccia goal per uno che hai la certezza che non lo farà mai. Fortunatamente la verve degli abruzzesi si annacqua come un mojito sotto questo diluvio e i rossoblù riescono a fare il loro secondo tiro in porta. Uè regaz, piano con le emozioni! Al novantesimo, il secondo miracolo sul tabellone: il Vicenza passa dallo zeroauno al dueauno in una botta sola. Che sboroni! Triplice fischio e tutti felici e “quarti” a casa.

L’importante era vincere. Però a volte sarebbe importante anche convincere. Il Lanciano venerdì non è sceso in campo, non ha speso un fallo, zero pressing, era l’agnello sacrificale per eccellenza. Il Bologna ha fatto un goal casuale e non è riuscito a creare più nulla, quando invece doveva dare un segnale importante alle future concorrenti. Ci vorrebbe lo Sparaflash di Men in Black, quell’aggeggio che cancella la memoria e impianta ricordi a scelta. !!SPARAFLASH!! A tifosi e giocatori cancelliamo gli ultimi cinque mesi. Mancosu lo facciamo risvegliare con il pigiamino del Trapani, quando ancora sapeva fare goal. Ok, così saremmo in ordine per i playoff.

Chiudo con un pensiero su Taco. Da un paio di settimane girano rumors di un suo possibile addio. E’ vero, non mette lui i “dindi”, che sono quelli che contano. Però Saputo, pensaci bene. Taco è un bostik per noi tifosi, un uomo immagine come pochi che si è fatto amare. E’ un po’ il mitico zio d’America. Joey non ti vedo andare alle feste dei tifosi, magari un po’ alticcio, a dire “bella regaz” e dare dei gran high-five. Quando questa estate Taco è arrivato a Bologna, si è riacceso tutto. Prima ci ha ridato una speranza, poi ha avverato il nostro sogno di tifosi. Quando sei arrivato tu, sig. Saputo, è stata un’apoteosi intergalattica. Joey e Joe, siete una coppia, di fatto, perfetta. Non separatevi, date retta a me!

!!SPARAFLASH!! Ma che bello giocare i playoff!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy