Un punto che vale molto di più

Un punto che vale molto di più

Devo ammettere che è stato un momento emozionante quello vissuto martedì pomeriggio. Mentre conducevo il nostro consueto approfondimento in onda su Nettuno Tv, tra pensieri relativi al buon andamento della trasmissione e un po’ d’ansia per gli esordi come conduttore, come manna dal cielo è arrivata in studio la notizia che tutti aspettavamo: il Bologna ha vinto, è riuscito a riottenere il punto di penalizzazione tolto qualche mese fa per inadempienze della vecchia proprietà nel pagamento dell’Irpef del maggio 2014. Bello vivere certe notizie in diretta, ancor di più se devi trasmetterle ai tanti ascoltatori che nel frattempo ci stavano seguendo e che, curiosi quanto noi, mandavano sms in attesa della buona novella. E’ solo un punticino, ma il suo valore va ben oltre. Molto probabilmente, in pochissimi pensavano che un misero punto, con un Bologna così forte sulla carta, avrebbe spostato più di tanto gli equilibri in classifica. Così invece non è, perché grazie al lavoro dell’avvocato Grassani il Bologna ha avuto la certezza del secondo posto solitario. E poco importava se qualche minuto dopo, il Frosinone andava in vantaggio nel recupero contro il Latina. Perché grazie al “cuscinetto” venutosi a creare con il punto recuperato, eravamo certi che i pontini non avrebbero potuto completare la missione “aggancio al secondo posto”.

Oltre ad una questione puramente numerica, il ritrovato +1 può significare tanto anche a livello psicologico, fungendo magari da stimolo ad un gruppo apparso troppo contratto e nervoso (le espulsioni di Laribi e Oikonomou a stretto giro di posta ne sono un esempio) nelle ultime uscite. Può essere la spinta decisiva per tornare a far punti, dopo averne conquistati solo 10 in 8 giornate, e può ridare un minimo di serenità all’ambiente. Condicio sine qua non, affinchè tutto ciò accada, è battere lo Spezia sabato al Dall’Ara. Per farlo, Diego Lopez tornerà al suo caro 4-3-1-2, scelta figlia più delle necessità che di altro, visto che mancheranno diversi elementi fondamentali della rosa rossoblù, tra i quali spiccano i 12 gol complessivi realizzati appunto da Laribi (8) ed Oiko (4). Da quanto visto ieri nella partitella a porte aperte disputata allo stadio, sono questi gli uomini che dovrebbero scendere in campo:  in difesa ci saranno Ceccarellli, Gastaldello, Maietta e uno tra Morleo e Masina, in mediana Bessa, Matuzalem e Buchel, con Krsticic sulla trequarti ad ispirare Sansone e Mancosu, che dovrebbe essere nuovamente preferito a Cacia, non al meglio dopo l’influenza dei giorni scorsi. In porta ovviamente ci sarà Angelo Da Costa, che ieri in conferenza stampa ha tracciato la strada da seguire nelle prossime partite: “Il nostro obiettivo è difendere il secondo posto. I playoff non sono un pensiero, vogliamo arrivare secondi ed ho sempre creduto in questa squadra anche quando ero alla Samp e guardavo le partite. Sono fiducioso sul fatto che possiamo farcela vedendo come lavora questo gruppo”.

Fiducia dunque nell’obiettivo e secondo posto per adesso salvo. A patto però che sabato si torni a conquistare i tre punti davanti al pubblico rossoblù.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy