Mercato, Europei e Fortitudo: che gran spettacolo!

Mercato, Europei e Fortitudo: che gran spettacolo!

di Francesco Bocchini

“Che mercato sarà? “Dobbiamo migliorare la squadra in determinati reparti. Poi ci sono regole legati ai numeri della rosa. Nulla però è ancora partito, non c’è nulla di concreto, siamo in una fase di individuazione delle trattative che devono essere chiuse nelle prossime settimane”. Una delle tante risposte da cui partire per dare il benvenuto a Riccardo Bigon, il nuovo DS del Bologna. Tema importante questo e forse anche il più atteso sia dal Bologna sia dalla tifoseria rossoblu. Infatti, che mercato sarà quello del Bologna? Andando avanti circolano ancora più nomi attorno alla squadra: se da una parte la telenovela Diawara sembra entrare sempre più nel vivo, tra pretendenti spagnole e italiane, dall’altra i nomi a centrocampo (come Valdifiori dal Napoli) sono nomi di tutto rispetto. Il bello del mercato è anche questo: la consapevolezza di aspettare un giocatore che la società ha puntato sin dall’inizio per poi virare su un altro; oppure sognare l’ultimo colpo all’utlima giornata proprio chiudendo con quel giocatore che qualche giorno prima sembrava lontano. Alla sua presentazione Bigon è sembrato sicuro di se, contento di essere approdato in rossoblu, parlando della conoscenza dal vivo della famiglia Saputo, della sua esperienza a Verona, del blasone della squadra rossoblu e del mercato estivo, parlando di un Mattia Destro al centro del progetto in attacco e citando il nome di Giuseppe Rossi. Un DS che deve ancora dimostrare tanto e perché no provare a fare meglio di Corvino, il quale lascia un grande ricordo a Bologna per il suo operato, per i suoi colpi di mercato e per la promozione in serie A; a Riccardo Bigon dobbiamo dare il tempo di ambientarsi e allo stesso tempo allestire una squadra nei mesi che verranno: per ora non possiamo giudicarlo..a metà mercato i primi verdetti.

Uno sguardo importante anche agli Europei che hanno preso il via ieri con la vittoria della Francia contro la Romania per 2 a 1.Un’ottima vetrina per mettersi in mostra e perché no,fare la conoscenza di qualche giocatore da tenere d’occhio durante il mercato. A rappresentare il Bologna il solo Giaccherini (dopo l’immeritata bocciatura di Mirante da parte di Antonio Conte) il quale, vive una situazione altalenante circa la sua permanenza in casa rossoblu oppure il ritorno in terra inglese: la sia volontà è quella di restare; quella del Sunderland di monetizzare. Data la situazione, a questo punto guardarsi intorno non è sbagliato. Per il resto in bocca al lupo Italia..tocca a te adesso.

Dallo spettacolo degli Europei di Francia a quello del parquet tra Brescia e Fortitudo: la finale per accedere in A1 è tutta da vivere. La squadra di Boniciolli, dopo la doppia vittoria in casa contro Treviso e dopo la festa dei tifosi, ricarica le pile e gli uomini per la trasferta a Montichiari: in infermeria Italiano e Amoroso recuperabili per il match. L’Italia si tinge d’azzurro e Bologna si tinge di biancoblu: riviviamo notti magiche, questa volta inseguendo un “ciaf”..questo è il sogno di una estate bolognese.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy