“Le Nazionali” nel segno del Bologna. Tutti i goal e le prestazioni dei Rossoblù

“Le Nazionali” nel segno del Bologna. Tutti i goal e le prestazioni dei Rossoblù

Grinta e voglia di mettersi in mostra. La ricetta dei ragazzi di Donadoni

Domenica si avvicina.
La neo promossa Cagliari busserà alla porta del Dall’Ara (“Mi chiamo Renato”) per scrollarsi di dosso la sonora sconfitta nella prima giornata contro il Genoa e provare a ripetere la bella prestazione vista contro la Roma.
Una squadra giovane con tante scommesse condita da qualche senatore, struttura che si avvicina molto a quella del Bologna.

Concluso il calciomercato, fatto di alti e bassi, con qualche spauracchio e qualche sorriso, ci si prepara alla sfida di Domenica a mezzogiorno (12.30).
Donadoni, accompagnato dalla vistosa fasciatura, deve fare i conti con il problema Mirante (si ipotizza una prognosi ottimistica), Gomis (frattura del quinto metacarpo) e del risentimento al polpaccio per Rizzo.

Il Mister però in questi giorni di stop per le Nazionali, ha potuto strappare un sorriso, vedendo i suoi guerrieri scendere in campo e disputare tutti ottime prestazioni:

Saphir Taider: impegnato con la sua Algeria nell’ultimo turno per le qualificazioni alla Coppa d’Africa, il centrocampista Rossoblù non solo ha dimostrato grande personalità in mezzo al campo ma ha anche siglato un goal su punizione davvero di notevole fattura.
La partita è finita 6-0, la compagine avversaria non era delle più ostiche (anzi tutt’altro – il Lesotho) ma fa comunque piacere vedere lo “Zaffiro” in ottima condizione.

Il Goal su punizione di Saphir Taider

Vasilīs Torosidīs: ottima la prestazione del greco sulla destra, fascia da capitano e tanta corsa.
Su quasi tutti i goal c’è il suo zampino.
Sul secondo goal (un autogol) parte da lui il cross.
Infine è lui a chiudere la partita al fine del primo tempo.
Galoppata sulla destra e rasoterra che si insacca sulla destra del portiere.
Gibilterra battuta 4-1.
Altra nota positiva: il giocatore ha disputato tutta la gara mostrando una buona tenuta fisica.
Marios Oikonomou non ha disputato neanche un minuto, chiuso (comprensibilmente) da Manolas e Papastathopoulos

La rasoiata di Torosidis

220110282-6c01607b-d7b2-48fd-afe4-9f8f0ee3889e

Federico Di Francesco: eccolo qui l’uomo del momento.
Nella scorsa partita dell’Under 21 è entrato dalla panchina e si è messo subito in luce; tanto movimento e rigore procurato (realizzato poi da Cerri).
Quest’oggi invece chance da titolare per lui. Di Francesco non ci pensa due volte e coglie al volo l’opportunità offertagli da mister Di Biagio.
I difensori dell’Andorra non hanno un punto di riferimento, Di Francesco è dappertutto in campo.
Sigla due goal e non solo manda un messaggio forte a Di Biagio ma anche a Donadoni.
Nota negativa: Murru preferito ancora a Masina che non scende neanche in campo nel secondo tempo

Link goal (da rivedere e rivedere il goal di tacco di Di Francesco, ma soprattutto il taglio e l’inserimento preciso dell’ala Rossoblù):

Il Goal di Tacco di Di Francesco

Ottime le prestazioni di Nagy con la sua Ungheria e di Dzemaili con la sua Svizzera.
L’ungherese ha strappato un misero pareggio contro le Faerøerne ma ha dimostrato un’altra volta di avere un’innata tecnica e un controllo palla di altissimo livello. Ha dettato grandi geometrie e non ha mai (e ripeto mai) perso la palla una sola volta.
Cresci ragazzino in questo Bologna, diventa grande con noi.
Per quanto riguarda lo svizzero prestazione maiuscola la sua. Ha tenuto il centrocampo praticamente da solo, riuscendo così nell’impresa di battere 2-0 i neo campioni d’Europa. Grande personalità nella mediana per Dzemaili, si vede la sua grande esperienza.

image

Buona prova anche per Ladislav Krejci nella Repubblica Ceca. L’esterno mancino (nella giornata di ieri) ha sfiorato in due circostanze la rete nella partita contro l’Irlanda del Nord finita 0-0 e valevole per le qualificazioni al Mondiale di Russia nel 2018.

Olanda e Svezia pareggiano 1-1, in una partita senza troppe emozioni. Neanche un minuto per i nostri Emil Krafth e Philip Helander che hanno visto tutto la partita dalla panchina. In futuro avranno modo di diventare certamente protagonisti di questa Nazionale.

Helander Krafth

Chiudo l’articolo ricordandovi (per i più sonnambuli) che questa notte scenderà in campo Pulgar con il suo Cile impegnato dalle ore 1.30 (solo su Sky Sport) in casa contro la Bolivia.
Sperando di vedere un Pulgar diverso da quello contro il Torino.

Tanti segnali positivi, tanta grinta e un sorriso in più per Donadoni e noi tifosi, in vista della delicata sfida di Domenica

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy