Valli: “Peccato avere giocato senza Fontecchio”

Valli: “Peccato avere giocato senza Fontecchio”

A fine partita ha parlato Giorgio Valli. Ecco le sue parole: “Sono confronti difficili, in più giocare senza Fontecchio complica ulteriormente le cose. Siamo stati bravi nel primo quarto, ma alla lunga la loro panchina, il loro atletismo e la loro fisicità hanno fatto la differenza. Ho fatto giocare White da “3”, anche se non è ancora pronto: eravamo un pò macchinosi, l’ho fatto per avere più fisicità dietro. Dispiace non avere giocato contro di loro al completo, anche Ray nel finale ha sentito male al ginocchio e ho preferito risparmiarlo. Facciamo tesoro delle cose che abbiamo vissuto. Questa è la squadra che finirà il campionato, non avremo altri innesti; ci stiamo avvicinando all’obiettivo della salvezza, non dobbiamo cambiare strategie e farci venire voglie strane. C’è una realtà economica da osservare, quindi bisogna rimanere coerenti con il percorso che abbiamo cominciato ad inizio stagione. Ho fatto giocare i giovani perchè se lo meritano, questa è la filosofia della Virtus per quest’anno e per i prossimi. Non eravamo pronti ad una gara così fisica contro una squadra che gioca in Eurolega ed è abituata a questo tipo di contatti. Ho apprezzato i passi avanti di Imbrò (che sta sempre meglio dopo l’infortunio), ma anche quelli di Gaddy e di Mazzola che è stato in campo per 30 minuti.”

Sintentico è stato invece Luca Banchi, coach di Milano: “Non è mai scontato vincere partite fuori casa. Bologna ha giocato bene il primo quarto, sfruttando la nostra difficoltà nell”attaccare la zona. Quando poi nel secondo quarto abbiamo alzato l’intensità difensiva e siamo andati bene a rimbalzo, la partita è cambiata. Ora ci aspetta la parte più difficile della stagione, con l’inizio delle Top 16 di Eurolega. E’ stato un 2014 fantastico, dove abbiamo vinto, ma speriamo che il meglio debba ancora venire.”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy