Iniziata la Summer League: Valli osserva Randolph

Iniziata la Summer League: Valli osserva Randolph

di Tommaso Rocca

Primo giorno di Summer League per i giovani che sognano di giocare in NBA, e primo giorno di valutazioni per chi, come il coach della Virtus Giorgio Valli, è alla ricerca di giovani speranze americane da far esplodere in Italia. Visti i risultati della passata stagione con Hazell e White, lo staff della nuova Obiettivo Lavoro Bologna ha riproposto la stessa modalità di azione: qualche giorno a Orlando, dove è iniziata ieri la manifestazione dell’estate per il basket USA, e poi Las Vegas non più tardi della prossima settimana. La vetrina nella quale si mettono in mostra diversi giocatori è al momento il luogo più indicato dove andare a scovare i sostituti di Hazell, ormai certo del futuro lontano da Bologna, e di Okaro White, per il quale le speranze di rivederlo con la casacca bianconera sono in ribasso: anche l’ultimo interessamento di Cantù pare volgere verso questa direzione. Poco male, coach Valli sa di dover fare di necessità virtù e in questi giorni moltiplicherà i propri sforzi alla ricerca di una guardia con punti nelle mani e di un’ala forte d’impatto e atletismo.

Il primo nome che trapela da Orlando sarebbe quello di Levi Randolph, guardia in uscita dall’università di Alabama: un classe ’92 che potrebbe andare a sostituire Jeremy Hazell. Il giovane nato a Madison, in Alabama appunto, di 195 cm per 93 chilogrammi, ha viaggiato nell’ultimo anno al college come senior a oltre 15 punti di media a cui ha aggiunto 5 rimbalzi e 2.5 assist con la maglia degli Alabama Crimson Tide. Ora a 23 anni è il momento del grande salto: difficile al momento una chiamata in NBA per lui, cosi la Virtus ha messo gli ha messo gli occhi addosso. Randolph sta disputando la Summer League con la maglia degli Oklahoma City Thunder, i quali nel ruolo sembrano abbastanza coperti e tutto fa pensare che per lui sia l’Europa il prossimo passo. Se con la maglia di Obiettivo Lavoro potremo saperlo solo nei prossimi giorni, quando Valli e il suo staff avranno parlato a quattrocchi con il ragazzo per vedere se gli obiettivi possono essere compatibili e se Levi possa far comodo alla causa della Virtus.

Per il sostituto di White il compito sarà invece decisamente più complicato, poiché al momento non ci sono giocatori che hanno positivamente impressionato la spedizione delle V nere in terra USA: rimpiazzare l’atletismo unito alla capacità di tenere in campo di un giocatore come White non è certo cosa semplice. Lo staff Virtus, però, ha tutto il tempo per cercare quello che dopo l’arrivo di Michele Vitali sarebbe verosimilmente l’ultimo tassello per completare la squadra in vista dell’inizio di stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy