Iannilli: “Con Boniciolli rapporto franco, Fortitudo ultimo treno”

Iannilli: “Con Boniciolli rapporto franco, Fortitudo ultimo treno”

Cambio di prospettiva per Andrea Iannilli, arrivato in Fortitudo quando le tempeste societarie faticavano a placarsi, il lungo ora si ritrova sulla soglia della Serie A e con un futuro importante davanti. Iannilli, dopo una stagione da protagonista,  partirà dalla panchina, ma non è un problema per lui: “Non ci sono titolari da 30 minuti -ha affermato il lungo a Stadio – sarà un sistema in cui verranno ruotati tutti gli effettivi. Partire dall’inizio con Boniciolli sarà tosta, la cosa migliore è partire dal principio e non in corsa”. Qual’è il suo rapporto con il coach? “Di tutti quelli che ho avuto è quello con cui vado maggiormente d’accordo. Con lui il ‘va a quel paese’ è sempre propositivo, ci siamo sempre detti ciò che pensavamo in faccia ed è stato questo il nostro segreto”. Una Fortitudo che si appresta ad essere molto fisica, farà di sicuro affidamento sulle prestazioni di Iannilli: “Abbiamo due statunitensi che daranno spettacolarità e fisicità, cambiano anche gli avversari che saranno più grossi, per me può essere più semplice per certi aspetti e più difficile per altri. Soffro i centri dinamici e tiratori, quest’anno è tutto da scoprire e ho tanta voglia di ricominciare. Non so se la A2 sia la mia categoria, sono cambiate tante cose da quando l’ho giocata. Devo dire però una cosa, a 31 anni c’è una squadra di nome Fortitudo che punta su di me, è il mio ultimo grande treno per dimostrare di poterci stare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy