Huertas: “Fortitudo? Tanti problemi interni”

Huertas: “Fortitudo? Tanti problemi interni”

Marcelino Huertas transità giovanissimo alla Fortitudo, fu l’anno della retrocessione dalla Serie A, l’inizio di una serie di problemi senza fine che portarono a tutte le note vicende societarie. ll play, che nel frattempo è riuscito a vincere tutto con Caja Laboral e Barcellona, è stato intervistato dal Corriere di Bologna. Anche perché Huertas è in prova ai Lakers di Kobe Bryant: “Quella retrocessione ancora non la comprendo – ha affermato Huertas – fu un anno sfortunato in cui io ero ancora in fase di crescita, c’erano tanti problemi interni in quella squadra, a livello societario, di allenatore e con tanti cambi. Noi ci abbiamo provato in tutti i modi. Dopo la Effe andai in Spagna al Caja e vinsi lo scudetto, poi mi sono consolidato con il Barcellona”. Nonostante il livello di quella Fortitudo, arrivò una retrocessione incredibile. La squadra era dai playoff: “Forse eravamo addirittura da prime quattro, fu un anno triste, andavo all’allenamento ma pensavo ad altro. Avevamo bisogno di sicurezze invece per mesi non abbiamo saputo nulla dal presidente. La Fossa ha fatto il massimo ma noi non avevamo la testa al campo”. Tornando al presente invece, Huertas è in prova ai Lakers: “Sono contento di essere qui, i primi giorni sono stati di adattamento. I ragazzi sono stati fantastici, mi hanno accolto benissimo. Poi con Kobe parlo in italiano, ma anche in spagnolo”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy