Fortitudo, poca qualità: ma Trieste è battuta

Fortitudo, poca qualità: ma Trieste è battuta

Altro successo casalingo per la Fortitudo che batte Trieste più di cuore che di qualità.

Non è una Fortitudo che gira a mille, la squadra deve ancora trovare una sua dimensione offensiva efficace, ma per il momento basta a mantenere inviolato il Pala Dozza.

Trieste ha opposto resistenza nei primi due quarti, il solito avvio sottotono dei biancoblu, ma i friulani non scavano un break significativo e la partita rimane punto a punto. A metà partita la Effe è avanti 33-32 con 16 palle perse e un attacco anemico. Un miracolo viste le statistiche.

Nel terzo quarto Trieste rimane in scia, la Fortitudo fatica ad accendersi con continuità ma quantomeno tiene ottimamente in difesa. Al 30′ è 47-43. Si decide tutto nell’ultima frazione, esplode Raucci con le sue giocate nel bidone della spazzatura, Knox è più incisivo e in un amen arriva il break decisivo fino al 66-54 finale. Da segnalare Roberts lasciato in panchina, inserito a referto solo per motivi di visto ma prossimo alla cessione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy