Belinelli per tutte le stagioni, i Kings espugnano Milwaukee

Belinelli per tutte le stagioni, i Kings espugnano Milwaukee

di Tommaso Rocca

Convincente vittoria per i Sacramento Kings di Marco Belinelli che battono sul parquet di Milwaukee i Bucks con il punteggio finale di 129-118 in una gara che per usare un eufemismo non ha brillato per le prestazioni difensive delle due squadre. I Kings, decimati dagli infortuni, con solo 8 giocatori a disposizione e senza la stella Cousins che continua ad essere tormentato da problemi di lombalgia giocano una gara con ottime prestazioni al tiro, sia da fuori che dalla lunetta, restando al comando per tutta la gara e riuscendo a trovare l’allungo decisivo nell’ultimo quarto spinti da un mostruoso Rudy Gay (36 punti per lui alla fine) e da un Rondo ad un passo dall’ennesima tripla doppia della sua stagione (10 punti, 13 assist e 9 rimbalzi).

La gara di Marco Belinelli è di quelle da giocatore puro, canestri da 2, da tre sugli scarichi e da 8 metri sulla sirena dei 24 secondi, rubata con schiacciata e precisione dalla linea dei liberi per 17 conclusivi punti con 3 triple e un complessivo 50 % dal campo. La sua ottima prestazione permette ai Kings di rilanciarsi in questo periodo in cui stanno affrontando, con diversi infortuni, un tour di trasferte ad Est che dovevano dare a coach Karl la dimensione esatta di una squadra che ora vede i playoff ad appena due partite di distanza (6 vinte e 10 perse il record dei Kings). Se a Sacramento riusciranno a recuperare in fretta gli infortunati e far convivere lo smisurato talento di Cousins con una squadra non sempre disciplinata in campo, la lotta per l’ottavo posto ad Ovest (l’ultimo per guadagnarsi i playoff) potrebbe essere davvero alla portata dei biancoviola, con una possibile sfida nella sfida tra il “Beli” ed il “Gallo” e i suoi Denver Nuggets (una partita avanti ai Kings al momento) che riempirebbe d’orgoglio il pubblico italiano. Notizie meno confortanti arrivano invece da Brooklyn dove Andrea Bargnani e i suoi Nets continuano a collezionare sconfitte; il record della squadra del “Mago” dice ora 3 vinte e 12 perse e l’ultimo posto a Est è evitato solo dalla presenza dei ”soliti” Philadelphia 76ers ancora incapaci di vincere una gara in questa stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy