Donadoni: “Peccato per il risultato. La frase di ieri? Non volevo mancare di rispetto”

Donadoni: “Peccato per il risultato. La frase di ieri? Non volevo mancare di rispetto”

L’allenatore del Bologna ha commentato in conferenza stampa la sconfitta di Marassi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Nella conferenza stampa postpartita, il tecnico Roberto Donadoni ha ammesso il proprio rammarico per il risultato e chiarito la sua frase sul biglietto per il Bernabeu a chi gli aveva chiesto del bel gioco. Ecco le sue parole:

“Io non ho mai mancato di rispetto ai nostri tifosi e quella che ho fatto era chiaramente una battuta e per me non si sarebbe dovuto offendere nessuno. Volevo dire che anche a me piace vedere il grande calcio della Champions, non certo che chi non è soddisfatto del nostro gioco può andare a vedere altre squadre. Poi ci troviamo in un contesto che qualcuno ha interpretato le cose come peggio non si può, forse si cercano le polemiche”.

Prestazione: “Sono soddisfatto di quanto messo in campo oggi: è un punto di partenza importante per finire bene il campionato. Peccato perché ci è mancata freddezza e lucidità e siamo stati un poco troppo precipitosi. Per me il goal alla fine non è comunque una mazzata: abbiamo fatto una buona prestazione e andare via solo con pensieri negativi non sarebbe giusto. C’è rammarico ma sono contento dei ragazzi”.

Gioco: “Abbiamo fatto meglio nel 2° tempo dove ci abbiamo creduto di più: abbiamo provato a fare del fraseggio. A volte è anche importante sapere gestire le partite e tenere di più la palla. Oggi comunque abbiamo fatto un bel gioco e se continuiamo così magari qualche partita penderà dalla nostra parte”.

Keita: “Volevo un giocatore che spingesse più di Mbaye e ho messo Keita che ha fatto cose egregie. Questo cambio è dovuto dal fatto che loro sugli esterni erano molto deboli. La Samp? Tra noi e loro la differenza è che loro forse ci hanno creduto di più”.

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy