Zavanella: “In Italia iter lunghissimi, anche Saputo è sorpreso”

Zavanella: “In Italia iter lunghissimi, anche Saputo è sorpreso”

L’architetto che cura il progetto di Restyling del Dall’Ara ha parlato a Rmc Sport

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Gino Zavanella è ora impegnato sul fronte Restyling del Dall’Ara, ma in passato aveva ricevuto anche l’incarico di curare la costruzione del nuovo stadio a Roma. Come sempre in questi casi, la burocrazia italiana è lunga e articolata e anche sulla situazione Bologna l’architetto ha ammesso la sorpresa del presidente Saputo. Le parole di Zavanella a Rmc Sport:

“In Kazakistan ci abbiamo messo un mese per avere i permessi relativi a una cittadella di basket – ha affermato – In Italia non saremmo neanche stati ricevuti perché giustamente ci sono tante normative da rispettare, ma l’iter è lungo sotto tanti aspetti. Arrivare alle approvazioni definitive è quasi un calvario. Questo vale un po’ per tutte le città, noi adesso stiamo progettando la ristrutturazione del Dall’Ara, in cui l’amministrazione è molto aperta ma i mesi passano e tutto questo tempo sorprende anche il presidente Saputo che arriva da un’altra realtà”.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy