Tommasi (Aic): “Allenarsi ora non ha senso. Taglio stipendi? Prima quantifichiamo i danni

Tommasi (Aic): “Allenarsi ora non ha senso. Taglio stipendi? Prima quantifichiamo i danni

Il presidente Aic sull’eventuale ripresa degli allenamenti: “Ci sono decine di calciatori positivi…”

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Come in Premier

Sulla vicenda ripresa degli allenamenti, l’Aic si schiera per un fermo totale almeno fino al 3 aprile. L’ipotesi ventilata di una imminente ripresa del lavoro nei vari centri tecnici non trova la sponda fertile dei calciatori. Lo ha comunicato Damiano Tommasi, presidente dell’Assocalciatori. Inutile ora trovare date per riprendere le attività. Per quanto riguarda il possibile taglio degli stipendi, Tommasi resta prudente.

Mi auguro che presto si potrà tornare a giocare perché il calcio sarà un termometro della società: quando il pallone rotolerà di nuovo, saremo quasi fuori da questo incubo” – ha scritto il presidente AIC Tommasi. “Come hanno fatto gli inglesi, trovo più corretto dire che non si riprenderà fino a una certa data, piuttosto che indicare un giorno. Questo è il momento di vivere alla giornata anche perché il dato dei decessi è agghiacciante. In Spagna il Valencia ha il 35 per cento di contagiati e questo vuol dire che il calcio deve prestare grande attenzione a quello che fa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy