Bologna – Scelte più ampie con la rosa al completo

All’appello manca solo Santander che rientrerà a fine febbraio

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Adesso che sono rientrati quasi tutti, anche i cambi diventano un fattore importante e su cui Mihajlovic può contare. Finalmente per i rossoblù possono variare le rotazioni e possibilità a partita in corso.

Contro il Verona, per esempio, Mihajlovic ha sostituito cinque calciatori di cui tre giocatori contemporaneamente, sono scesi Orsolini, Barrow e Dominguez e subentrati Skov Olsen, Palacio e Svanberg. In termini di forza non è cambiato nulla e questo è un grande passo avanti nella gestione delle partite perché si può ragionare a lungo termine. Le panchine lunghe permettono di non abbassare mai il potenziale e questa è un’organizzazione propria delle grandi. In A gli allenatori che effettuano più sostituzioni sono Simone Inzaghi, Italiano e De Zerbi con 89 in 18 partite. Sinisa ne ha fatti 76, segno che per necessità non sempre ha avuto le possibilità. Ora Mihajlovic potrà affrontare il girone di ritorno contando anche sulle scelte in panchina.

Fonte: Stadio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy