Stadio – La spia di Sinisa, ma il campo si vede…

Mihajlovic pensa che qualcuno spifferi informazioni alla stampa

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Ieri, durante la conferenza stampa di vigilia di Inter-Bologna, alla domanda su un possibile cambio di modulo Mihajlovic ha risposto che ha provato il 3-4-1-2 solamente per vedere se la cosa trapelava sui giornali. E così è stato.

E’ possibile che un allenatore di Serie A prepari “apposta” qualcosa che poi non andrà ad utilizzare? Le dichiarazioni di Sinisa sembrano più una rappresentazione della realtà sotto la sua lente d’ingrandimento. Non è infatti giusto fermarsi alla superficie, ma è necessario guardare oltre. Accusare qualcuno di spionaggio è grave e nello spogliatoio potrebbero crearsi tensioni e sospetti alla luce di ciò che è emerso ieri. In sport come la Formula Uno i segreti industriali sono all’ordine del giorno, ma nel calcio questo non avviene. E’ vero che qualcuno potrebbe aver spifferato ai giornalisti le strategie del tecnico, ma è anche vero che a Casteldebole esiste un punto, nonostante il centro tecnico sia blindato, in cui si può osservare il campo. Si può scorgere l’allenamento con una buona vista o con un cannocchiale da pochi euro. Forse Mihajlovic non ne è a conoscenza e, se venisse a saperlo, pretenderebbe maggiori controlli. E forse si arrabbierebbe ancora di più.

Fonte-Stadio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy