Stadio – Il Bologna investe solo con un sacrificio

A fronte di alte offerte cedibili Schouten e Tomiyasu. Così via alle ipotesi Pinamonti, Inglese o Lammers

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

I prestiti oppure l’autofinanziamento attraverso una cessione illustre, sacrificando uno tra Tomiyasu o Schouten, ma anche Vignato, Skov Olsen e Svanberg.

Sono queste le due strade percorribili per il Bologna, all’interno di una campagna acquisti che, come detto dal patron Saputo, non prevederà budget extra. Ma tra il vendere, come fanno ad esempio Atalanta e Verona, e dover svendere, la differenza è evidente. La convinzione è che né Bigon né Sabatini molleranno uno dei loro gioiellini per una cifra che non valga fino in fondo le loro potenzialità. Mihajlovic, pur di essere costretto a rinunciare a qualche suo giocatore, potrebbe decidere di rimanere con gli stessi uomini. Le intenzioni sono comunque quelle di accontentare il tecnico rossoblù e di nomi ne circolano parecchi. Per quanto riguarda la difesa, gli occhi sono puntati su Nicolas Nkolou del Torino, Bosko Sutalo dell’Atalanta e Mert Cetin del Verona. Per l’attacco invece, piacciono Inglese, Sam Lammers dell’Atalanta, Pietro Pellegri del Monaco e Andrea Pinamonti dell’Inter, tutti rigorosamente in prestito secco o al massimo con diritto di riscatto

Fonte-Stadio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy