Stadio – Divisione a Casteldebole

A Casteldebole ci si divide tra chi non vuole chiedere soldi alla proprietà e chi vuole rinforzarsi

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

A Casteldebole ci sono idee diverse, da una parte quelle ambiziose di Sabatini e Mihajlovic e dall’altra quelle più conservatorie di Bigon e Di Vaio.

La parte di basso profilo, composta da Di Vaio e Bigon, preferisce non disturbare Saputo e chiedere ulteriori soldi perché gli è stato detto che la squadra ha nelle corde il piazzamento nella parte sinistra della classifica. Dall’altra parte, Sabatini ha provato comunque ad accontentare Sinisa cercandogli una punta. Ha sondato prima Sanabria e poi Arnautovic, ma senza successo. Nella dirigenza rossoblù c’è anche Fenucci che sostiene Sabatini, ma non volta le spalle a Bigon e Di Vaio perché anche lui è ben consapevole che non si possa continuare a chiedere soldi a Saputo che a oggi ha speso quasi 200 milioni e il massimo risultato è stato un decimo posto. Così facendo si rischia che Sabatini e Mihajlovic possano stancarsi di fare campionati assolutamente anonimi. Stadio confida nel fatto che alla fine una punta arriverà, in modo da potersi cautelare da eventuali assenze e scongiurare brutte sorprese.

Fonte: Stadio

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy