Serie A, sui playoff è scontro tra Lega e Figc

Lega di A battuta in Consiglio Federale e infuriata sulla decisione di disputare playoff e playout

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Il presidente federale Gabriele Gravina va dritto sulla sua strada nonostante la rottura ormai conclamata con la Lega di Serie A.

Il Consiglio federale ha sancito ieri che in caso di mancata ripartenza il 20 giugno, ma con tempo utile per giocare fino al 20 agosto, o di nuovo stop del campionato, si disputeranno playoff e playout. La decisione ha scatenato l’ira della Lega Serie A che il giorno prima aveva proposto il blocco delle retrocessioni, ma la posizione della massima serie ha trovato una netta minoranza in Consiglio Federale e la decisione di proseguire su algoritmo e playoff. I presidenti di Serie A sono dunque in aperta rottura con il presidente federale, che dal canto suo prosegue per la sua strada nonostante le frizioni e il rischio di perdere il sostegno della Serie A alle prossime elezioni. Ma per il momento la strada è stata intrapresa: in caso di necessità, pur di finire la stagione, via ai playoff e playout, con criteri di ammissione che potrebbero essere decisi dallo stesso Gravina in persona. Tutti in Serie A sono allarmati, c’è chi ora è salvo e rischia di dover giocare i playout per non scendere e chi invece può riassaporare la chance di vincere uno Scudetto anche da posizione di classifica ora più staccata. La speranza della Serie A è che il campionato possa riprendere il 20 giugno e terminare regolarmente, come da calendario, il 2 agosto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy