Serie A, quanto costa per un club riprendere la stagione?

Tra test, tamponi e sanificazione, un club di Serie A spenderebbe 50 mila euro totali

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

Tema caldo, oltre alla possibilità di riprendere gli allenamenti il 4 maggio, è ovviamente anche quello del taglio degli stipendi. Da giorni il Bologna – così come le altre squadre di Serie A – lavora proprio su questo aspetto: mentre però qualcuno è già arrivato ad una conclusione (Juventus, Roma e Lazio), il club rossoblu si è preso più tempo per discutere con i giocatori. Riducendo gli ingaggi degli atleti, il Bologna risparmierebbe tra i 9 e 10 milioni di euro. Cifra incomparabile a quello che il club dovrebbe spendere per riprendere la stagione in corso.

Come riporta “La Repubblica”, infatti, la ripartenza del campionato – per un club di Serie A – costerebbe “appena” 50 mila euro totali. La società dovrebbe garantire ai suoi tesserati test medici e due tamponi – sierologico e visita d’idoneità – i quali costano dai 450 ai 600 euro a persona. Considerando giocatori, staff tecnico e dirigenziale, un club di massima serie spenderebbe circa 30 mila euro. A questo c’è da aggiungere la sanificazione di tutte le strutture. Per un totale, appunto, di circa 50 mila – cifra decisamente accessibile, anche per il Bologna.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy