Serie A, prova di forza dei club: oggi incontro Lega-Figc-Governo

Serie A, prova di forza dei club: oggi incontro Lega-Figc-Governo

Le squadre non vogliono una quarantena per tutti in caso di un giocatore positivo

di Redazione TuttoBolognaWeb, @TuttoBolognaWeb

I club di Serie A non sono per niente d’accordo con il protocollo medico stilato dalla commissione della Figc. Alcuni punti lasciano troppe perplessità, e le società vogliono vederci chiaro: ricominciare per poi doversi fermare di nuovo in caso di una “sola” positività sarebbe disastroso per tutti. Ecco quindi che oggi pomeriggio ci sarà un incontro tra la Lega Serie A, la Figc e i Ministeri per risolvere alcune incongruenze il prima possibile.

Come riporta “La Gazzetta dello Sport”, i punti su cui i club si sono imposti sono essenzialmente 3. Niente responsabilità penale per i medici delle società, abolizione immediata dei ritiri e – soprattutto – adozione del modello tedesco in caso un giocatore risultasse positivo al Coronavirus: niente isolamento di due settimane per l’intera squadra ma solo per il singolo giocatore, e controlli a raffica – senza interrompere l’attività – per i suoi compagni.

Fonte: “Tuttomercatoweb”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy